18, Agosto, 2022

Podere Rota, Vadi: “Mi auguro che la richiesta del sindaco di Terranuova sia accolta, e che il Paur venga sospeso”

Più lette

In Vetrina

Si è aperta una fase decisiva per il futuro di Podere Rota e per l’ipotesi di ampliamento per i rifiuti speciali: ieri infatti il sindaco di Terranuova, Sergio Chienni, ha scritto a Csai e alla Direzione Ambiente ed Energia della Regione Toscana invitando a valutare una sospensione del Procedimento autorizzatorio unico regionale (il PAUR) relativo all’ampliamento della discarica. Nella lettera il primo cittadino ha dichiarato che sarebbe opportuno “procedere ad una definizione ed attuazione di un piano di caratterizzazione, ossia un’analisi molto dettagliata, in modo che possa essere approfondita compiutamente la situazione”.

Parole che la sindaca di San Giovanni, Valentina Vadi, si augura vengano ascoltate. “Ho letto con piacere le dichiarazioni del sindaco di Terranuova relative alla discarica di Podere Rota e al progetto di ampliamento per rifiuti speciali non pericolosi”, commenta Vadi. “Il sindaco Chienni ha scritto a Csai e alla Direzione Ambiente ed Energia della Regione Toscana perché valutino la sospensione del Paur di ampliamento del sito, per fare tutte le indagini necessarie sulla potenziale contaminazione delle acque sotterranee e sui superamenti di Csc, rilevati da Arpat, da oltre un anno e mezzo. È necessario un piano di caratterizzazione che stabilisca con certezza la situazione attuale relativa al sito dove sorge la discarica di Podere Rota. La richiesta di sospensione del Paur è la medesima che stiamo facendo anche noi, come Comune di San Giovanni, con fermezza e per le vie formali alla Regione Toscana, dal gennaio 2021, ossia da quando ufficialmente il Paur sul progetto di ampliamento della discarica di Podere Rota, è stato avviato in Regione, senza un’adeguata valutazione dei documenti e delle indicazioni di Arpat Arezzo sulle condizioni di potenziale contaminazione del sito”.

“Mi auguro – aggiunge Valentina Vadi – che Csai e la Direzione Ambiente ed Energia ascoltino e prendano in considerazione la lettera e la richiesta del sindaco di Terranuova, che si unisce alle richieste nostre e di altri sindaci del Valdarno aretino, sospendano il Paur e facciano finalmente la necessaria e dovuta chiarezza. La lettera del sindaco di Terranuova Bracciolini segue di qualche settimana le dichiarazioni dell’assessore regionale all’ambiente Monia Monni sulla ordinanza in arrivo per Podere Rota e costituiscono senz’altro, dal mio punto di vista, segnali importanti verso l’obiettivo che ci siamo posti di chiusura definitiva della discarica di Podere Rota”, ha concluso il sindaco Valentina Vadi.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati