16, Agosto, 2022

“Più qualità, più profitto”: congresso a Pieve a Presciano sull’olio di oliva per parlare di alta qualità e commercializzazione

Più lette

In Vetrina

Dopo la sospensione dell’annuale festa dell’olio a Pergine, rimane in programma per venerdì 14 novembre l’incontro organizzato dall’amministrazione comunale, Slow Food Colli Superiori del Valdarno con l’intervento dell’Associazione A.I.R.O. Al centro del convegno la produzione di alta qualità e le prospettive di commercializzazione all’estero

Come già annunciato dal sindaco Simona Neri, nonostante la sospensione dell’annuale Festa dell’Olio di Pergine, l’amministrazione comunale ha lasciato in programma un convegno sull’olio di oliva: “Più qualità, più profitto”. L’incontro si terrà venerdì 14 novembre alle ore 18 presso Villa La Pieve a Pieve a Presciano ed è organizzato dal comune in collaborazione con Slow Food Colli Superiori del Valdarno.

“L’evento rappresenta il primo passo dell’amministrazione comunale di Pergine per raggiungere risultati in termini di riconoscibilità e di valore aggiunto per l’olio extra vergine di oliva prodotto nel territorio. La scelta che sta perseguendo con forza è quella della qualità. Per raggiungere questo obiettivo occorre valorizzare l’olio di oliva passando per un progetto di filiera”, si legge nella nota.
 
Al congresso interverrà l’Associazione A.I.R.O. (Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio), che cerca di incanalare l’impegno dei produttori attraverso il canale privilegiato della ristorazione, ed è nata sui principi di due massimi esperti di olio extravergine, Marco Mugelli e Massimo Pasquini. “L’olio extravergine di qualità può distinguersi e può adeguatamente diffondersi, non solo per le indiscutibili qualità organolettiche, ma soprattutto per le sue naturali proprietà nutritive e salutari”.
 
L’associazione ha un ruolo di intermediario tra queste due realtà cercando di creare una rete di contatti, consigli e consulenze, di intermediazione “che sembra tutt’oggi mancare e si avvale della collaborazione di agronomi professionisti operanti nel settore olivicolo, di tecnici esperti, di assaggiatori professionisti iscritti all’elenco nazionale, di costruttori di macchine all’avanguardia nella produzione di olio extravergine di eccellenza, di chef e cuochi interessati al corretto utilizzo dell’olio in cucina”.
 

Articoli correlati