16, Luglio, 2024

Nuova piscina, interrogazione di Renzi. L’amministrazione: “Vecchio progetto non più sostenibile, eliminato dalla programmazione”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nell’ultimo consiglio comunale di Figline ed Incisa è stato anche trattata la questione della nuova piscina comunale che è “sparita” dal piano triennale delle opere pubbliche. Interrogazione di Roberto Renzi di Forza Italia. La vicesindaco Caterina Cardi: “Il vecchio progetto non era sostenibile. Tolto per non prendere in giro i cittadini. Serve un progetto economico a livello di spesa corrente”.

“Troppo dispendiosa”. Nessuna nuova piscina a Figline e Incisa, almeno per il momento. Se ne riparlerà quando ci sarà un progetto più economico. L’amministrazione comunale conferma di aver cancellato la previsione di una piscina a Figline dal nuovo piano triennale delle opere pubbliche 2015-2017.
 
Il consigliere di Forza Italia ha presentato un’interrogazione per chiedere chiarimenti sulla cancellazione di una delle opere pubbliche più richieste dai cittadini negli ultimi anni e che era al centro del programma elettorale della precedente amministrazione comunale. L’attuale struttura infatti è diventata ormai inadeguata ad accogliere i tantissimi praticanti.
 
La vicesindaco Caterina Cardi e l’assessore Mattia Chiosi, rispondendo all’interrogazione, hanno confermato che il progetto è stato depennato dalla lista delle opere pubbliche “per non prendere in giro i cittadini”. Il vecchio project financing, infatti, è ritenuto non sostenibile, non tanto per la costruzione della struttura – la sospensione del patto di stabilità con la nascita del Comune Unico permetterebbe di realizzare l’opera- ma per la gestione che andrebbe ad incidere sulla spesa corrente del Comune, come ha sottolineato Caterina Cardi.
 
La vicesindaco ha per questo precisato che se ne riparlerà “quando avremo un progetto sostenibile. Non possiamo permetterci un carico da 90 con il rischio di indebitare Figline e Incisa per gli anni a venire”. Lo stesso assessore allo Sport Mattia Chiosi ha fatto notare che nel Comune gemellato di Pungstadt la piscina pubblica è stata chiusa per i costi troppo elevati. Troppo dispendiosa, anche per la ricca Germania.

Articoli correlati