19, Agosto, 2022

Piano vaccinale, due le sedi attualmente. Si pensa ad una terza entro aprile

Più lette

In Vetrina

Spiega la situazione il Presidente della Conferenza zonale dei sindaci, Sergio Chienni

Sono due al momento in Valdarno aretino le sedi 'mini' individuate per la somministrazione del vaccino alle categorie prioritarie con soggetti tra i 18 e i 55 anni: il distretto socio sanitario di Montevarchi e l'auditorium di Loro Ciuffenna, in via di allestimento. Saranno dotate di 100 vaccini al giorno, 2 postazioni infermieristiche, 1 medico e un amministrativo. Per il momento saranno sufficienti a soddisfare i bisogni dei cittadini, ma dovranno aumentare entro il mese di aprile quando cioè le dosi verranno consegnate in numero maggiore. La Conferenza zonale dei sindaci del Valdarno aretino ne ha discusso nell'incontro di ieri. Chiarisce la situazione il Presidente della Conferenza, Serghio Chienni.

"E' interesse nostro che il Valdarno sia dotato di strutture idonee a ricevere la cittadinanza. Allo stato attuale le dosi dei vaccini sono poche e quindi è sufficiente la sede attualmente attiva quella cioè del distretto socio sanitario di Montevarchi. Il territorio però dovrà trovarsi pronto quando le dosi dei vaccini aumenteranno. Per questo è stata attivato dall'azienda sanitaria uno screening delle strutture che i comuni hanno messo a disposizione. L'unica che risponde ai parametri è l'auditorium di Loro. Si aggiungerà al distretto di Montevarchi. Non è una sede meso ma mini. Abbiamo quindi sollecitato l'azienda sanitaria ad individuare altre sedi e ci siamo impegnati a valutare altre ipotesi. E' necessario farsi trovare pronti. Tutti i Comuni si stanno attivando". 

 

Articoli correlati