20, Luglio, 2024

‘Percorso comune’, il nuovo progetto politico dei fuoriusciti da M5S. Appello per un’assemblea costituente

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Ne fanno parte attivisti e consiglieri comunali per riprendere “gli ideali traditi dal Movimento 5 Stelle”, tra questi anche Piero Caramello di Figline e Incisa, Marco Parolai di Loro, Saverio Galardi e Antonio Ortolani di Reggello, e Marco Bonaccini di Terranuova

I fuoriusciti dal Movimento 5 Stelle hanno dato vita al nuovo progetto politico "Percorso Comune". Ne fanno parte attivisti e consiglieri comunali, tra questi anche i valdarnesi Piero Caramello di Figline e Incisa, Marco Parolai di Loro, Saverio Galardi e Antonio Ortolani di Reggello, e Marco Bonaccini di Terranuova. Alla guida Miriam Amato, ex candidata sindaco di Firenze, che insieme ai consiglieri fuoriusciti, compresi quelli valdarnesi, ha annunciato la nascita del gruppo con una conferenza stampa che si è svolta a Firenze, lanciando anche l'appello per un'assemblea costituente nazionale.

"Il M5S oggi – sottolineano i consiglieri comunali – non rappresenta più i principi fondanti per i quali ci siamo attivati. Le regole condivise sono state di fatto sovvertite dalla volontà di pochi. Percorso Comune adesso si prefigge di recuperare e portare avanti quegli ideali traditi – a cominciare dalla democrazia dal basso – e di tutelare, attraverso una politica ispirata all'onestà, alla trasparenza e ad un profondo senso di responsabilità, l'interesse dei cittadini. Per questo il nuovo progetto non solo sarà aperto alle organizzazioni della società civile con obiettivi compatibili con i nostri, ma sarà un movimento inclusivo per allargare il più possibile la partecipazione dei cittadini alla gestione del bene comune".

“Riteniamo necessario che la società e quindi la politica torni ad essere concepita come comunità, facendo propri i principi di solidarietà e condivisione ed intende realizzarla con un percorso di confronto e di partecipazione con i cittadini, andando oltre le sterili polemiche di ogni genere e realizzando i principi di condivisione e buona amministrazione con la responsabilità di governare assieme ai cittadini nel rispetto di giustizia ed equità".
 
I consiglieri concludono: "Assicuriamo i nostri elettori che continueremo ad impegnarci alla realizzazione del programma con il quale siamo stati eletti nei nostri comuni ed inoltre proponiamo un’Assemblea Costituente Nazionale aperta a tutta la cittadinanza, agli altri gruppi, ai consiglieri, agli attivisti, ai parlamentari ed a tutte le forze politiche e della società civile che si riconoscono nei nostri intenti, affinché si possa arrivare così alla creazione di un Nuovo Progetto Politico Nazionale che possa costruire una visione concreta e solida di un governo da parte dei cittadini".

Articoli correlati