21, Luglio, 2024

Pala Gm: polemiche e interrogativi. Le opposizioni chiedono chiarezza, in vista del Consiglio comunale di venerdì

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Viene smantellata in questi giorni la struttura in piazza Allende, dietro lo stadio, dove si sono svolte alcune manifestazioni tra ottobre e novembre. Ma nel frattempo è stata al centro di discussioni, verbali, e sembra anche un esposto

Le operazioni di smantellamento della struttura montata in piazza Allende, dietro lo stadio Brilli Peri, sono in corso in questi giorni. Un grande tendone che ha ospitato, fra ottobre e novembre, una serie di manifestazioni di tipo fieristico, o di promozione di attività di vario tipo legate al territorio, racchiuse tutte sotto il nome di 'Valdeuropa Autunno'. 

Ma proprio intorno a quel tendone, noto come 'Pala Gm', si sono rincorsi in questi giorni polemiche, discussioni e forse anche un esposto, anche se su quest'ultimo non ci sono conferme ufficiali. Il nodo del contendere? La natura delle attività svolte, il patrocinio con esonero dal pagamento della Cosap, la durata delle manifestazioni. 

Proviamo a ricostruire la vicenda. Il 7 luglio 2014 la Giunta concede all'Associazione Valdeuropa il Patrocinio non oneroso; la sistemazione della segnaletica stradale provvisoria; l'occupazione non onerosa del suolo pubblico; l'uso gratuito dei bagni dello stadio comunale. "La manifestazione rappresenta un importante occasione di marketing territoriale e di promozione del Valdarno – si legge nella delibera –  il Comune può manifestare apprezzamento e partecipazione per le manifestazioni che, anche se a scopo di lucro, promuovono l’immagine ed il prestigio della città". 

"La delibera di Giunta con cui si concede il Patrocinio – aggiunge il sindaco Grasso – è stata fatta nel rispetto del regolamento comunale". Gli eventi in programma sono quattro: 17/19 Ottobre: Presentazione dei Settori Ambiente, artigianato a alimentazione; 26 Ottobre: “Commerciati per un giorno”; 31 Ottobre, 1-2 Novembre “Valdarno Craft Beer Festival”; 7-8-9 Novembre: “pane e salame”. Si tratta di iniziative per le quali, almeno in alcuni casi, chi espone è tenuto al pagamento di quote di partecipazione (come documentato a questo link).

Mentre si ipotizza la prosecuzione delle iniziative nella struttura anche nei mesi di dicembre e gennaio, i commercianti storcono il naso. "Ci è stato richiesto un parere – spiega Roberta Soldani, responsabile Confcommercio Valdarno – e abbiamo dato parere negativo. Già facciamo una gran fatica per organizzare il palinsesto di iniziative del Natale nel centro storico, se poi si lascia che un'altra struttura programmi manifestazioni nel periodo natalizio, in una zona come quella dello stadio, allora il nostro lavoro viene in parte vanificato". 

Il 9 novembre dunque si chiudono le manifestazioni di Valdeuropa Autunno. Il 10 novembre, in Consiglio comunale, il consigliere dei Democratici e Progressisti Flavio Nardi presenta un'interrogazione in cui chiede all'assessore al centro storico "se la manifestazione in questione si è conclusa nell'ultimo week-end e quindi la struttura sarà smantellata nel corso della settimana; se ritenga che abbia sfavorito le attività del centro storico; se fosse richiesto un biglietto per entrare, o un costo ai privati per l'installazione dello stand; e, in caso positivo, se l'amministrazione avesse incassato una parte degli introiti, visto che era stata scelta la forma della Collaborazione, o se invece i soldi ricavati fossero stati incassati completamente dal privato che ha organizzato la fiera". 

Intanto, il 24 novembre, anche il consigliere di Prima Montevarchi, Luciano Bucci, chiede informazioni in merito a questa vicenda. Lo fa con una istanza indirizzata ai quattro dirigenti del comune di Montevarchi, che contiene tre domande: "circa la struttura autorizzata in piazzale Allende vorrei sapere: corrisponde a verità che c'è stato un esposto da parte di terzi che ha provocato l'intervento della magistratura contabile? Corrisponde a verità che la struttura è stata autorizzata con agevolazioni che si trattasse di richiedente non aventi fini di lucro? Corrisponde a verità che la struttura sia stata chiusa e ne sia stata ordinata la rimozione sollecita?". 

Arrivano due risposte. La prima è firmata dal dottor Girolami, Comandante della Polizia municipale. La riporta lo stesso Bucci, così sintetizzata: “Io non sono in grado di rispondere alle prime due domande. Circa la terza posso comunicarle che in data 21.11.2014, a carico della società richiedente, è stato redatto verbale per occupazione abusiva di suolo pubblico". E in effetti anche l'ordinanza di Polizia municipale prevedeva la fine delle manifestazioni per il 9 novembre, mentre la struttura è ancora in piedi il 21 novembre. "Posso attestare – conferma Girolami a Bucci – che ieri mattina erano in corso operazioni tese alla rimozione del materiale interno alla struttura". 

La seconda risposta è della Dottoressa Barucci: “La Giunta Comunale con delibera n. 174 del 04.07.2014 ha aderito all’iniziativa Valdeuropa-autunno svoltasi dal giorno 17 ottobre al giorno 9 Novembre presso il Piazzale S. Allende, Montevarchi con quanto ivi previsto. L’Associazione di promozione culturale e sociale denominata “Valdeuropa” non ha finalità di lucro ed opera per fini culturali, ricreativi e solidaristici per l’esclusivo soddisfacimento degli interessi collettivi senza scopo di lucro, come risulta dall’atto costitutivo depositato in atti”.

Queste le informazioni arrivate finora. Ma alla domanda se ci sia effettivamente stato un esposto, non c'è risposta. "Nella vicenda – commenta Luciano Bucci – continuiamo a capire sempre meno, anche se ci pare ovvio dedurre dal tenore delle risposte che qualche intervento 'esterno' ci sia stato. Per tutelare i principi di trasparenza ai quali deve attenersi chi amministra la cosa pubblica, nell’interesse dei cittadini che ci hanno eletto a rappresentarli, abbiamo reiterato la richiesta di sapere se c’è stato o meno l’esposto. La risposta è semplice, si o no! E ci è dovuta ai sensi di legge, quali amministratori comunali". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati