16, Gennaio, 2022

Nuovo centro vaccinale ‘spoke’, copertura iniziale da 60 dosi al giorno. Il sindaco Giunti: “Importante soluzione di prossimità”

spot_img

Più lette

Sarà attivo da mercoledì 17 novembre il centro Spoke vaccinale di Reggello, collocato in sede fissa nella zona fiorentina sud est e voluto dall’Azienda sanitaria Usl Centro in accordo con la Società della Salute di zona. Il nuovo punto vaccinale di Reggello è stato individuato per mantenere una diffusione territoriale e agevolare l’accesso alla vaccinazione dopo che tra settembre e ottobre scorso hanno chiuso gli Hub di Pontassieve, Reggello e Grassina. Lo Spoke si trova presso la biblioteca comunale di Reggello in spazi allestiti e concessi gratuitamente all’Azienda sanitaria. L’attività sarà gestita, sotto la supervisione della Asl, dall’associazione locale del volontariato Croce Azzurra di Reggello.

Lo Spoke di Reggello è disponibile per prime, seconde e terze dosi programmate. Per il momento sarà attiva una sola linea vaccinale con una copertura stimata di circa 60 dosi giornaliere che però potrebbe crescere fino a 180 dosi poiché la struttura è già predisposta per ospitare tre linee vaccinali. Il centro territoriale infatti sarà aperto inizialmente in alcuni giorni della settimana ma non è escluso che l’attività possa essere estesa fino a sette giorni. Intanto si parte con tre mattine alla settimana nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30.

 

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Reggello, Piero Giunti: “Di fronte all’importanza di proseguire con forza nella campagna di vaccinazione, e considerato le necessità emerse sul territorio di agevolare il più possibile le vaccinazioni e in particolare rispetto alle terze dosi, non abbiamo esitato un istante a mettere a disposizione gratuitamente i nostri locali dell’auditorium alla Biblioteca Comunale per ospitare uno Spoke vaccinale. Una presenza importante in grado di offrire una soluzione di prossimità, che sarà a disposizione non solo di Reggello ma di tutto il territorio del Valdarno e Valdisieve e dell’intera area periferica rispetta alla città di Firenze. Ringrazio il Consigliere Cristiano Benucci per l’attenzione avuta difronte a questo importante tema e l’Asl Toscana Centro per aver accolto la nostra disponibilità e deciso di proseguire le attività vaccinali a Reggello. Un ringraziamento particolare va alla PA Croce Azzurra di Reggello per essersi resa disponibile a organizzare tutta la parte logistica e operativa: la loro presenza è una garanzia considerato l’eccellenza con cui ha gestito nella prima fase l’HUB del Palazzetto dello Sport. Infine un doveroso ringraziamento all’AUSER di Reggello, per il forte senso di responsabilità dimostrato nel rinunciare ad utilizzare questi spazi che erano destinati alle loro attività”.

“E’ un servizio sperimentale di prossimità molto importante – sottolinea anche il direttore della Società della Salute fiorentina sud est, Simone Naldoni – che non poteva mancare in un territorio così vasto e diversificato come quello su cui insiste anche Reggello”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati