28, Settembre, 2022

Nuovi medici nei pronto soccorso della Toscana, uno è destinato anche al Serristori di Figline

Più lette

In Vetrina

Nella Asl Toscana Centro (zona fiorentina) sono 47 in tutto i nuovi medici assegnati in base al piano della Regione. Di questi, 16 hanno già firmato. Una volta completata la formazione, 1 sarà assegnato all’ospedale figlinese. Dall’altra parte, la Asl Sud Est ha già iniziato la formazione ai suoi 36 medici assegnati, anche alla Gruccia

Hanno firmato ieri il contratto di assunzione, 16 medici non specializzati dei 47 assegnati nei nove pronto soccorso dell’Azienda Usl Toscana Centro, nell'ambito del piano di assunzioni straordinarie voluto dalla Regione. I restanti 31 hanno tempo per formalizzare il loro incarico fino al 31 ottobre 2019,  termine ultimo per aderire al progetto di formazione-lavoro secondo quanto previsto dalla delibera regionale 590: e una volta completata la formazione, 1 medico sarà destinato anche al Pronto soccorso del Serristori di Figline. I medici risultati idonei alla selezione regionale hanno un’età compresa tra i 27 e i 42 anni.

"Dal Governo Monti in poi qualcuno ha deciso di tagliare le borse di studio per gli specializzandi, come si volesse dismettere il servizio pubblico o appaltarlo ai privati – ha commentato il presidente della Toscana Enrico Rossi – Il taglio è stato confermato dai successivi governi e tuttora si vive una fase di grande incertezza. Anche le affermazioni della attuali ministra ci sembrano generiche, improntate a buona volontà, ma non in grado di aggredire fino in fondo il tema e risolverlo".

"In Toscana – spiega l'assessore alla salute, Stefania Saccardi  – abbiamo deciso di investire sui giovani. Li mettiamo a lavorare per quello che sanno già fare. Così questi giovani ci aiuteranno a salvare il servizio sanitario pubblico e evitarne la privatizzazione".

L’Azienda Toscana Centro ha previsto una distribuzione territoriale nei nove pronto soccorso aziendali secondo le diverse esigenze di supporto per la copertura di organico: 6 medici sono destinati al Ps dell’Ospedale Santa Maria Annunziata, 6 al San Giovanni di Dio, 5 al Ps del Santa Maria Nuova, 5 all’ospedale di Borgo San Lorenzo, 6 al San Giuseppe di Empoli, 6 al San Jacopo di Pistoia, 6 all’Ospedale S.S. Cosma e Damiano di Pescia,7 medici sono assegnati al pronto soccorso del Santo Stefano di Prato.

L’assegnazione nei pronto soccorso aziendali è stata fatta per far acquisire le necessarie competenze formative: una volta terminato il percorso, 2 medici dei 47 assegnati all’Azienda Usl entreranno in servizio presso i pronto soccorso dell’Ospedale Serristori e San Marcello.

Dall'altra parte, nella Asl Toscana Sud Est, sono invece già iniziati i percorsi formativi per i 36 medici assegnati, anche al pronto soccorso dell'ospedale della Gruccia. 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati