02, Dicembre, 2022

Nonostante le promesse, tutto ancora fermo per il Ponte di San Clemente: i lavori dovevano iniziare a febbraio

Più lette

In Vetrina

Mistero e rassegnazione a Rignano. Nonostante il pressing del sindaco Daniele Lorenzini nei confronti della Provincia per l’avvio dei lavori, tutto è ancora fermo per il ponte di San Clemente. Il cantiere doveva essere aperto a febbraio, ma da allora non si hanno notizie da Palazzo Medici Riccardi, l’ente competente.

"I lavori inizieranno a gennaio-febbraio 2014". Questo assicurò la Provincia di Firenze nel 2013. Ma da allora, i lavori al Ponte di San Clemente non sono mai iniziati ed è mistero.

Non è un caso che i rignanesi lo abbiano ribattezzato il "Ponte dei Sospiri": da molti anni deve essere messo in sicurezza, visto che nel tratto – proprio al confine tra i comuni di Rignano e Reggello – si viaggia ad una corsia unica.

Nelle passate settimane il sindaco di Rignano, Daniele Lorenzini aveva protestato anche pubblicamente con la Provincia di Firenze per i ritardi accumulati e mai effettivamente giustificati. Ma la situazione del ponte mediceo è rimasta immutata.

Palazzo Medici Riccardi continua ad assicurare che l'intervento di recupero strutturale e funzionale sta per avere inizio: la gara è stata espletata la gara così come l'iter burocratico. I lavori dovrebbero essere consegnati a breve, ma ormai da mesi regna l'impasse.

Risolta invece quella legata alla Variante a Via Grevigiana a Figline Valdarno: questa mattina l'inaugurazione. Prevista la presenza del presidente della Provincia, Andrea Barducci.

 

Articoli correlati