30, Giugno, 2022

Massima onorificenza per Vighen Avetis autore de “La madre dell’Armenia”

Più lette

In Vetrina

A Cavriglia ha consegnato l’onorificenza il segretario e consigliere del Ministro alla cultura armeno nonchè vicedirettore del National Museum di Yerevan. Presenti il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni, il Vicesindaco con delega alla Cultura Filippo Boni e l’Assessore Thomas Stagi

Vighen Avetis, autore de "la madre dell'Armenia", statua collocata davanti al palazzo comunale di Cavriglia, ha ricevuto la massima onorificenza per artisti viventi dal Ministero della cultura armeno. A consegnarla è stato il segretario e consigliere del Ministro nonchè vicedirettore del National Museum di Yerevan. Presenti alla cerimonia il sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni, il Vicesindaco con delega alla Cultura Filippo Boni e l'Assessore Thomas Stagi. 

La scultura in bronzo “La madre dell'Armenia”, che l'artista ha accettato di esporre a Cavrigia, è un'opera d'arte di grandissimo valore realizzata da Vighen Avetis in occasione del centesimo anniversario del Genocidio degli Armeni (1915 – 2015) e durante tutto il 2015 farà il giro delle più importanti città d'Europa.

Il legame tra l'Armenia e Cavriglia si rinnoverà anche domenica 29 marzo quando a partire delle 17 e 30 il Teatro Comunale di Cavriglia ospiterà “Armenia: oh materna voce del pianto e de la speranza”. Si tratta di un atto teatrale di Massimo Lippi, artista senese molto legato alla nostra terra, in cui verrà celebrata tra poesia e musica la patria di Vighen Avetis. Lo spettacolo vedrà un'esibizione musicale di assoluto livello grazie alla partecipazione di tre artiste di fama internazionale: le soprano Agnessa Gyurdzhyan (armena) e Klara Mitsova (ungherese) accompagnate al pianoforte da Lilit Khchatryan (armena). Lo spettacolo sarà ad ingresso libero.    

Articoli correlati