10, Agosto, 2022

Mancano le condizioni di sicurezza, il mercato non tornerà in centro storico: rimarrà nella sede preferita dagli ambulanti

Più lette

In Vetrina

Il mercato del giovedì mattina di Montevarchi non tornerà in centro storico come aveva deciso l’Amministrazione comunale: l’annuncio ufficiale è arrivato questa mattina, in una conferenza stampa con il sindaco Silvia Chiassai Martini e l’assessore Sandra Nocentini. Presenti anche, in rappresentanza di tutte le associazioni di categoria, Roberta Soldani di Confcommercio e Sara Ballerini di Confesercenti.

I banchi dunque rimarranno in piazza della Repubblica e viale Matteotti, proprio come avevano chiesto negli scorsi mesi gli ambulanti. “La volontà politica di questa Amministrazione – hanno ribadito Chiassai e Nocentini – era di valorizzare il centro storico riportando qui il mercato. L’associazione di categoria degli ambulanti Assidea ha però chiesto un nuovo piano di sicurezza, richiesta che è nelle loro prerogative: ci siamo rivolti alle agenzie preposte che hanno indicato come vincolante il nulla osta dei Vigili del fuoco, ed è proprio questo che invece è mancato”.

Il ‘no’ al ritorno dei banchi in centro è arrivato insomma per ragioni di sicurezza: per come è conformata via Roma, e altre due vie in cui si sarebbe dovuto svolgere il mercato, è impossibile garantire le vie di fuga e soprattutto lo spazio necessario ai mezzi di soccorso per intervenire in caso di emergenza. Dunque parere negativo dei Vigili del fuoco, e senza il nulla osta non si piò avere il piano di sicurezza.

“Di fronte a questioni di sicurezza non possiamo far altro che attenerci alle regole”, hanno ribadito il sindaco e l’assessore, assicurando però che l’attenzione rimane alta sulle necessità del centro storico. E le associazioni di categoria, per questo, hanno presentato una serie di richieste su cui l’Amministrazione si è detta disponibile a lavorare.

A presentare le richieste sono state Soldani e Ballerini: “Chiediamo che venga organizzato un mercatino rionale, a cadenza settimanale, in una delle piazze del centro; che venga allungata l’apertura alle auto di via Roma fino alle 21, da metà settembre e fino a maggio; l’esenzione della Cosap per negozi e pubblici esercizi per i prossimi anni; l’abbassamento del costo o l’introduzione di un’ora gratuita nei parcheggi vicini al centro storico”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati