08, Dicembre, 2022

“La strada per il canile di Forestello è da rifare”. La manutenzione spetta a dieci Comuni del Valdarno aretino e fiorentino

Più lette

In Vetrina

E’ diventata un colabrodo la strada che porta al canile sanitario ed al canile rifugio intercomunale di Forestello gestito da Enpa Valdarno, praticabile con molte difficoltà dai cittadini che visitano la struttura e soprattutto dai volontari che ogni giorno vi si recano per prestare cura ai cani ospiti e da chi deve raggiungere il canile sanitario.

La scarsa manutenzione e le piogge hanno causato molte buche anche profonde. Le segnalazioni ricevute parlano di una strada difficoltosa da percorrere: l’appello ai sindaci è quello di intervenire e risanare l’arteria. La manutenzione, infatti, spetta ai 10 comuni che il 14 novembre 2003 hanno concordato di realizzare il canile sanitario: sono quelli di Cavriglia ( Comune capofila), San Giovanni, Terranuova, Castelfranco Piandiscò, Laterina Pergine, Loro Ciuffenna, Montevarchi, Bucine, Figline Incisa e Reggello. La convenzione durerà fino al 31 dicembre 2025.

Secondo questa convenzione “Le opere di manutenzione straordinaria nel canile sanitario saranno eseguite a cura del Comune di Cavriglia in quanto capofila e proprietario dell’immobile con spese a carico dei Comuni interessati”. Si parla di 20mila euro annui. Per opere di manutenzione si intende anche quelle che ruotano intorno alla struttura a cominciare dalla strada.

Interpellato il sindaco di Cavriglia, Comune capofila del progetto, Leonardo Degl’Innocenti o Sanni ha affermato di aver interessato del problema gli uffici preposti e che nel 2022, con molta probabilità in primavera, la strada sarà risistemata. Fermo restando che gli altri Comuni firmatari della convenzione dovranno contribuire alla spesa.

 

 

 

 

Articoli correlati