16, Agosto, 2022

La Lista civica presenta un’interrogazione sulla sanit

Più lette

In Vetrina

I consiglieri della Lista civica Castelfranco Piandisc presenteranno l’interrogazione nel consiglio comunale del 30 aprile

I consiglieri della Lista civica Castelfranco Piandiscò presenteranno un'interrogazione sulla sanità nel consiglio comunale del 30 aprile.

"Da tempo assistiamo al disagio dei cittadini che vengono dirottati nei posti più sperduti del territorio della macro area Asl sud est che racchiude le province di Siena Arezzo e Grosseto. Come abbiamo più volte sostenuto, la sanità pubblica sposta disagi e costi proibitivi per molti, al fine di far sembrare efficaci le risposte in termini di code ed efficienti le proprie strutture mal amministrate. A noi pare la prova evidente che non si potenziano adeguatamente le strutture dislocate nei territori, ma si preferisce fra girare i malati in cerca di un esame diagnostico, spesso di modesto livello. Poi, tutti a strapparsi i capelli ed a inveire contro il mondo perché il cittadino, al costo del ticket più la benzina, il tempo il rischio, preferisce rivolgersi alla sanità privata. Voi che fareste?".

"Purtroppo noi paghiamo l’uno e l’altro: la sanità pubblica inefficiente, quella privata che ci risolve il problema del disagio, dei tempi e ci da soluzioni. Interroghiamo il sindaco per avere risposta a queste semplici domande: è a conoscenza il sindaco che i cittadini devono fare centinaia di Km. A proprie spese per andare a eseguire diagnosi semplici per tutta la macro area? Alcuni esempi con le distanze da Castelfranco da raddoppiare: per una radiografia al torace Abbadia San Salvatore (Gr) km. 130 1h e 45 min, per una spirometria a Montepulciano (Si)  (osp.Nottola)  Km. 80 1h e 15 min, un tampone ad un bimbo Bibbiena 80 km.  h e 15 min".

"Che iniziative intende prendere il sindaco per cambiare velocemente questa indecorosa situazione. Se vi sia intenzione di rivolgere formale protesta al Presidente della regione Toscana ed instaurare una battaglia unitaria anche con gli altri comuni del Valdarno per cambiare questa demagogica e indecorosa situazione e per avere risposte veloci e senza disagi per i nostri cittadini".

 

 

 

Articoli correlati