21, Luglio, 2024

“La cittadinanza onoraria alle sorelle Mazzetti, superstiti della strage del Focardo”: l’annuncio del sindaco Lorenzini

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Le sorelle Lorenza e Paola Mazzetti, nipoti di Robert Einstein, superstiti della strage nazista del Focardo, saranno insignite della cittadinanza onoraria del Comune di Rignano il prossimo 25 aprile. Lo ha annunciato il sindaco Lorenzini, all’indomani del Giorno della Memoria

Era il 3 agosto del 1944 quando i nazisti arrivarono al Focardo, piccola località tra San Donato in Collina e Le Corti nel comune di Rignano, dove trovarono e uccisero barbaramente Nina Mazzetti e le figlie Luce e Annamaria. Le tre donne erano la moglie e le figlie di Robert Einstein, cugino del grande scienziato Albert. In quella villa scelta da Robert Einstein per passare gli anni della guerra, i soldati tedeschi trovarono solo donne, perché il loro padre e marito era alla macchia con i partigiani: e così la furia nazista colpì dunque tre donne inermi e innocenti. 

Si salvarono invece le nipoti Lorenza e Paola Mazzetti, sorelle, piccolissime nel '44: e proprio loro, uniche superstiti di quella strage, che ogni anno partecipano alla commemorazione della strage che si tiene al cimitero del Focardo, riceveranno la cittadinanza onoraria del comune di Rignano. 

Ad annunciarlo è stato il Sindaco, Daniele Lorenzini, che ha reso nota la decisione della Giunta Comunale. La consegna della cittadinanza onoraria avverrà il 25 aprile prossimo. "La Giunta intende così, a ridosso della Giornata delle Memoria, dare il giusto riconoscimento alla continuità del ricordo di una tragedia che ha colpito nel profondo la comunità rignanese". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati