27, Giugno, 2022

Il comune di Rignano è il più virtuoso della Toscana per la formazione della Scuola Anci

Più lette

In Vetrina

Il premio ricevuto ieri dal sindaco Daniele Lorenzini, durante la cerimonia virtuale di premiazione per i comuni fino a 15mila abitanti

Il comune di Rignano è stato premiato ieri, nel corso di una cerimonia svolta in modalità telematica, come comune più virtuoso, tra quelli sotto i 15mila abitanti, sul fronte della formazione dei propri dipendenti. Un riconoscimento assegnato da Anci Toscana, che con la sua Scuola, agenzia di formazione accreditata, cura proprio il settore della formazione e dell'aggiornamento dei dipendenti degli enti pubblici. 

Ieri, mercoledì 17 febbraio, all'Impact Hub di Firenze e in streaming, Anci Toscana ha organizzato un evento di presentazione delle novità della Scuola di formazione, che è stato anche occasione per un confronto sulle nuove sfide per innovare il sistema delle amministrazioni, e che si è concluso con la premiazione dei Comuni che hanno investito di più in formazione, partecipando con più assiduità ai corsi dell’Associazione nell'ultimo anno.  Alle fine dei lavori, aperti dai saluti del presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni e del presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo, si sono svolte le premiazioni.

Dall'esame dei corsi di formazione l’Amministrazione Comunale di Rignano sull’Arno è risultata al primo posto tra i Comuni fino a 15.000 abitanti. Premiato, seppur virtualmente, dal Direttore di Anci Toscana, Simone Gheri, il Sindaco Daniele Lorenzini non ha nascosto la propria soddisfazione: “Ringrazio Anci per il servizio dato ai nostri Comuni. Allo stesso tempo ringrazio i nostri collaboratori che ritengono l’aggiornamento professionale un dovere. Ritengo che oggi sia necessario aggiornarsi con regolarità per far sì che i nostri comuni siano sempre all’avanguardia”.

“La nostra amministrazione è risultata vincitrice e voglio condividere il premio con tutti i nostri dipendenti – ha concluso Lorenzini – essere riusciti a raggiungere questo risultato significa avere a cuore la formazione e le competenze dei nostri collaboratori”.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati