05, Febbraio, 2023

“Ho intravisto l’unicorno”, venerdì lo spettacolo teatrale dei ragazzi che frequentano i servizi socio riabilitativi

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’appuntamento è alla parrocchia di Sant’Andrea a Montevarchi: si chiude così il laboratorio teatrale degli adolescenti in carico al servizio di socio riabilitazione psichiatrica del Valdarno, che fanno parte della compagnia teatrale I Giocarelloni dell’associazione Aldebaran

Il teatro che fa bene alla salute, anche quella mentale: si chiama “Ho intravisto l’unicorno” lo spettacolo che andrà in scena venerdì 13 aprile presso parrocchia Sant’Andrea di Montevarchi. E protagonisti saranno proprio gli adolescenti in carico al servizio di socio riabilitazione psichiatrica del Valdarno, che con la loro compagnia teatrale I Giocarelloni, promossa dall’associazione Aldebaran, hanno concluso il laboratorio teatrale annuale.

“L’attività di teatro – ricorda la cooperativa sociale Koinè – è nata nel 1999 da un’idea delle persone che frequentavano il Centro Diurno e dagli operatori. Nel corso degli anni si è evoluta e nel 2003 è stata creato la compagnia teatrale I Giocarelloni, con laboratori aperti a tutti i cittadini. Tre anni dopo Aldebaran ha allargato le attività al territorio, dando all’associazione un’identità propria e non necessariamente collegata al servizio di salute mentale. Nel 2014, infine, l’attività di teatro è raddoppiata per rispondere all’interesse di persone in carico al servizio con età diverse. Attività teatrale per adulti il martedì e per adolescenti il mercoledì”.

E sono due, quindi, gli appuntamenti nel ciclo di iniziative che Koinè e Usl Toscana sud est hanno programmato alla salute mentale. Il 13 aprile, come detto, andrà in scena “Ho intravisto l’unicorno”, con protagonisti gli adolescenti; mentre il 2 e il 3 maggio “Leggero come…” vedrà in scena gli adulti. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati