25, Settembre, 2022

Ha perseguitato per sette mesi la giovane dipendente di un bar. I carabinieri hanno arrestato lo stalker

Più lette

In Vetrina

I fatti risalgono all’ottobre dell’anno scorso quando l’uomo, recidivo, ha iniziato a perseguitare la 24enne. Ad arrestarlo sono stati i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Figline

Dopo sette mesi di atti persecutori i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Figline hanno arrestato lo stalker di una giovane commessa di un bar di Incisa.

I fatti risalgono allo scorso mese di ottobre quando l'uomo, un 52enne di origini albanesi, recidivo, entra nel bar di Incisa dove lavora la 24enne. All'inizio la donna non fa caso alla sua continua presenza o alla sua eccessiva gentilezza. Ma dopo poco tempo il suo comportamento diventa provocatorio e insistente, la fissa in continuazione, le rivolge domande personali, e quando lei gli chiede di allontanarsi dall'esercizio, perchè persona indesiderata, inizia a scriverle lettere e a frequentare la tabaccheria dell'amica per avere più contatti con lei.

Dopo aver ricevuto la segnalazione della vicenda in maniera informale i carabinieri avvicinano l'uomo e lo fanno allontanare dal bar ma dopo una settimana il 52enne torna a perseguitare la giovane spinto dalla convinzione che fosse innamorata di lui. La 24 enne esasperata chiama i carabinieri.

L'uomo, conosciuto già agli uffici perché segnalato più volte per guida in stato di ebbrezza alcolica e denunciato per atti contrari alla pubblica decenza, è stato arrestato. Per lui non si tratta di un caso isolato: è già stato condannato per lo stesso reato dopo che ha perseguitato per lungo tempo un'altra donna, dipendente di un esercizio pubblico di Figline.

 

Articoli correlati