07, Ottobre, 2022

Gino Bartali, “Giusto tra le nazioni”:

Più lette

In Vetrina

Il 4 luglio 2016, nell’ambito delle celebrazioni solenni del ricordo delle stragi nazifasciste, il nome del campione toscano fu inserito nella terrazza del Museo MINE nella creazione di uno spazio verde in collaborazione con l’associazione “Gariwo – Foresta dei Giusti”

Tra le tracce della maturità c'era un articolo di Cristiano Gatti, del 2013 su Gino Bartali, che presto sarebbe stato riconosciuto come “Giusto tra le nazioni” per aver salvato degli ebrei durante il periodo di occupazione nazista in Italia. Anche Cavriglia ha ricordato la figura di Bartali con la creazione del "Giardino dei Giusti", in collaborazione con l'associazione "Gariwo – Foresta dei Giusti" nella terrazza del Museo Mine a Castelnuovo dei Sabbioni. Il  4 luglio 2016, infatti, un cipresso venne intitolato alla memoria del grande campione, come occasione solenne per ricordare le stragi nazifasciste che in quel giorno, nel 1944, sconvolsero il territorio cittadino.

Con Gino Bartali venne ricordata anche Modesta Rossi, uccisa a Cortona nel giugno 1944 dai nazisti in quanto collaboratrice della Resistenza.

 

Articoli correlati