17, Luglio, 2024

Futura e Sangiovannese, sinergia vincente

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Le due società di atletica rinnovano la collaborazione che anche nella passata stagione indoor ha portato risultati eccellenti come il nuovo record italiano sui 60hs di Vieri Righi che ha battuto quello di Andrew Howe. E per Barbara Cimmarusti arriva un’altra convocazione al Mondiale di ultramaratona

I record di Vieri Righi, il Mondiale di Barbara Cimmarusti, i successi dell’intera società. Si chiude una grande stagione indoor per Atletica Futura e Atletica Sangiovannese, i due club valdarnesi che hanno confermato anche per quest’anno la loro vincente collaborazione e che ora si preparano per una primavera di gare all’aperto.

È stato l’anno in cui il giovane Vieri Righi è definitivamente emerso tra le promesse dell’atletica, non solo di casa nostra ma dell’Italia intera. Ha prima vinto l’argento nei 60m ostacoli al trofeo “Ai confini delle Marche”, l’incontro tra rappresentative regionali Cadetti ospitato al Palaindoor di Ancona che in pratica funziona da campionato italiano under 16. Il suo tempo è risultato inferiore di soli 24 centesimi dal record italiano elettrico.

Poi, il 24 gennaio scorso, un record nazionale l’ha scritto lui stesso. Il suo 7"9, sempre sui 60m ostacoli (rilevato manualmente a causa di problemi tecnici al cronometraggio elettrico), ha migliorato di un decimo il precedente record di 8” netti fatto registrare il 3 febbraio del 2000 nientemeno che da Andrew Howe. Non contento ha firmato anche il nuovo record toscano sui 55hs per la categoria, un 7"74che ha spazzato via il precedente di 8"11.

L’impresa di Barbara Cimmarusti al Mondiale di Ultramaratona è nota. La pesarese trapiantata in Valdarno conquistò nel novembre scorso un 25° posto di pregio nella sfiancante 100km corsa sotto al sole del Qatar. Abbastanza per guadagnarsi la convocazione anche per il prossimo campionato del mondo, in programma in Olanda a settembre.

Articoli correlati