27, Giugno, 2022

From The Abyss, ecco il secondo video della band metalcore: in fase di produzione il nuovo disco

Più lette

In Vetrina

Il gruppo metalcore From The Abyss presenta il nuovo video “The end justifies me”, online su youtube da poche settimane, e il loro percorso da giovane band musicale: in fase di produzione il nuovo disco

Da poche settimane è online su Youtube il secondo video dal titolo “The end justifies me”, mentre il gruppo dei From The Abyss sta lavorando al nuovo cd. Vi presentiamo la band metalcore composta da cinque ragazzi, la maggior parte di loro del Valdarno: “Amici da una vita, all'inizio il gruppo era nato come una scusa per stare insieme a suonare. Poi con il passare del tempo abbiamo deciso di investire seriamente nel progetto”, raccontano nell’intervista per Valdarnopost.
 
Loro sono Martino Casedda (voce), Manuel Azzaro e Alessandro Vigna (chitarra), Matteo Gambassi (basso) e Alessio Santarelli (batteria). La scelta del genere metalcore è stata semplice: era quello che accomunava i gusti musicali di tutti i componenti, così come per il nome del gruppo. “Il nome della band riguarda un particolare evento che ci ha accomunati, ma che non abbiamo mai svelato in quanto profondamente personale”.
 
Un gruppo giovane, ma già con varie collaborazioni e progetti alle spalle: “Abbiamo creato la band nel 2011 e fino alla scorsa estate abbiamo pubblicato il primo ep intitolato “New Throne”, con annesso il video del singolo omonimo. In questi tre anni abbiamo avuto diverse esperienze live, prima e dopo la pubblicazione del disco, sia in Toscana che fuori. Abbiamo partecipato a eventi con gruppi di fama internazionale come: Tasters, Fathoms, Hopes Die Last ecc.”.
 
Poi nell'estate 2014 un cambio nella formazione con l'entrata del frontman di Martino “che ha portato nuove energie e molti cambiamenti positivi anche nel modo di lavorare della band. Da qui è iniziata la produzione del nuovo album, del quale farà parte l'ultimo singolo uscito poco tempo fa e intitolato “The end justifies me”. Questo pezzo è uscito con il relativo videoclip, girato da Tommaso Antonini, e pubblicato in esclusiva sul canale Youtube “Blank TV”.
 
Il video di “The end justifies me” è stato girato nell'attico di un palazzo a Cecina, città di origine del frontman. L'ambientazione e la particolarità delle riprese si adattano al messaggio che il testo vuole trasmettere: “Siamo persone comuni che stanno in città e anche dopo tanti sacrifici e difficoltà siamo riusciti a riprenderci e continuare imperterriti a combattere per i nostri sogni. E la fine giustificherà tutti i nostri sforzi e compromessi”.
 
Un messaggio che riprende anche il cammino musicale intrapreso dalla band nonostante alcune difficoltà nell’attuale situazione musicale: “Stiamo notando purtroppo un forte calo, in particolare per le attività live. Soprattutto perché, anche nella nostra zona, le possibilità di esibirsi sono molto diminuite rispetto a qualche anno fa. C’è anche una forte tendenza di alcune persone che operano nell'ambiente a speculare sulla voglia di suonare e di farsi conoscere delle giovani band: persone che offrono contratti che non vanno assolutamente a favore della band, persone che chiedono soldi ai gruppi stessi per farli esibire”.
 
Ma esistono gruppi di giovani che investono il proprio tempo nella passione per la musica, come i From The Abyss: “Comunque abbiamo anche notato che, nonostante tutto, ci sono molti ragazzi che hanno voglia di divertirsi e che si impegnano nell'organizzazione delle serate senza secondi fini”.
 
I prossimi impegni? “In questo momento siamo in piena fase di produzione del nuovo disco che sarà seguito da una intensa attività sul palco per promuovere il lavoro stesso. Comunque per gli aggiornamenti potete seguire i nostri profili Facebook, Twitter, e Instagram”, concludono i ragazzi.

"Un ringraziamento a Greta, la nostra truccatrice per il video, Mary Iosco per le foto del backstage e Demmino per l'aiuto tecnico, poi il padrone di casa che ci ha concesso la possibilità di girare le immagini e ovviamente tutti quelli che ci stanno sostenendo", concludono i From The Abyss.

 

Articoli correlati