27, Settembre, 2022

Festività del Perdono all’insegna della sicurezza. Chienni: “È una festa e tale deve restare”

Più lette

In Vetrina

40 stewart, new jersey in cemento nelle quattro entrate alla città, carabinieri, polizia, guardia di finanza e vigili urbani a controllare con discrezione: le manifestazioni si svolgeranno in estrema sicurezza. Rimarrà intatto lo spirito della Festa

Un Perdono diverso a Terranuova, con misure di sicurezza imponenti, ma caratterizzato dallo spirito della festa che da sempre lo ha animato. Le manifestazioni, che si apriranno giovedì 21 settembre e si concluderanno martedì 26, hanno richiesto un grande sforzo organizzativo ed economico all'amministrazione comunale e alla Pro Loco per permettere alle tantissime persone che ogni anno vi partecipano di vivere ogni evento in tranquillità. A richiedere le misure straordinarie è stata la direttiva del Ministero dell'Interno dopo l'allerta terrorismo.

40 stewart, carabinieri, polizia, guardia di finanza e vigili urbani, controlleranno l'area di tutto il perdono in maniera concreta ma discreta. New jersey saranno collocati alle quattro porte d'accesso alla città. Una cintura di sicurezza che dovrà essere efficiente senza ledere il sereno svolgimento della festa.

Sergio Chienni, sindaco di Terranuova: "Abbiamo attivato insieme a Questura, Prefettura e alla Pro Loco un percorso che cerca di rendere compatibile lo svolgimento della manifestazione con quelle che sono le misure indicate e che devono essere adottate. Naturalmente bisogna cercare di contemperare l'aspetto della sicurezza con quello che è lo svolgimento sereno della manifestazione. Il Perdono, alla 403° edizione, è una festa e tale deve restare. Si coniugano tanti aspetti: quello imprenditoriale, quello della solidarietà, quello religioso, quello culturale. La nostra Festa esprime tante connotazioni di Terranuova e del Valdarno. Dovremo essere bravi a far sì che queste misure ci siano ma che non condizionino lo svolgimento della festa".

Attenzione particolare anche all'abusivismo per evitare i problemi verificatisi l'anno scorso. "Per gli ambulanti abusivi abbiamo chiesto la massima collaborazione alle forze dell'ordine con controlli periodici nei punti di maggiore arrivo, come le stazioni e il casello autostradale, così che la prevenzione riduca il numero alla fiera. Attraverso gli altoparlanti verrà ricordato che chi acquista merce contraffatta è soggetto a sanzioni. Ogni attività commerciale, poi, avrà un cartello che indica l'autorizzazione ricevuta"

 

Mauro Bronzi, Pro Loco Terranuova: "Quest'anno sarà un Perdono diverso. Oltre all'organizzazione dovremo rispettare le prescrizioni del Questore. Metteremo a disposizione 40 stewart di appoggio alle forze dell'ordine che vigileranno per le vie di Terranuova. Saranno collocati nel recinto del centro storico. Via Fazia sarà libera da tutto per permettere lo scorrimento dei soccorsi in caso di necessità: farà da confine tra le bancarelle e il resto come le giostre. New jersey in quattro punti della città che dovranno servire da barriere ad eventuali azioni terroristiche. Facciamo tutto questo perchè coloro che vengono al Perdono si sentano sicuri in questa manifestazione".

 

Rossano Carsughi, Presidente Pro Loco Terranuova, annuncia il programma

 

Articoli correlati