09, Agosto, 2022

Dalla Regione 450mila euro per mettere in sicurezza l’Arno. Il Consorzio di Bonifica effettuer i lavori

Più lette

In Vetrina

Nuove risorse in arrivo per mettere in sicurezza il corso dacqua che attraversa la citt. Si tratta del ripristino della sezione idraulica e della realizzazione di opere di protezione di sponda, nei pressi dello stadio comunale

Dalla Regione Toscana arrivano nuove risorse per effettuare lavori necessari alla messa in sicurezza dell'Arno a San Giovanni. I 450mila euro previsti serviranno a ripristinare il cedimento che  minaccia il parco urbano lungo il fiume nella zona dello stadio comunale. Si tratta del primo stralcio degli interventi programmati dalla Regione per fronteggiare gli esiti degli eventi meteorologici che, negli ultimi due mesi del 2019, hanno colpito anche il territorio sangiovannese. Gli interventi, che consistono nella risistemazione della sezione idraulica ed in opere di protezione della sponda, verranno realizzati dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno.

Serena Stefani,  Presidente del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno: “Come ogni anno alla fine del 2020 abbiamo incontrato l’amministrazione comunale per discutere del piano delle attività da realizzare nel 2021. In quell’occasione, il sindaco ci ha segnalato la criticità, confermata dal sopralluogo eseguito dai tecnici del Consorzio. La situazione necessitava di un intervento puntuale per tamponare la situazione che richiedeva però risposte e soluzioni più radicali.  La richiesta è stata quindi trasferita alla Regione Toscana con la stima del finanziamento necessario per sistemare il tratto di Arno a valle del ponte “Pertini” e sanare i fenomeni di dissesto idrogeologico, causati da erosioni e scalzamenti al piede della sponda, aggravati dal fatto che il canale di magra, in quel punto, scorre completamente a ridosso della stessa sponda sinistra. Nell’occasione abbiamo evidenziato anche che il cedimento, giunto per ora a minare la stabilità della fascia del parco urbano localizzata più a ridosso del fiume, potrebbe peggiorare ed accentuarsi durante eventi di piena anche con ricorrenza bassa”.  

“E’ un  risultato importante – commenta la sindaca Valentina Vadi che, solo pochi mesi fa, aveva lanciato l’sos -, ottenuto grazie alla sinergia fra enti come la Regione Toscana, il Consorzio di Bonifica, il genio civile e il Comune di San Giovanni Valdarno. Questo finanziamento permetterà al nostro territorio di recuperare l'erosione spondale del tratto dell'Amo davanti allo stadio che, al momento, non è agibile per i cittadini e risulta pericoloso. Il suo ripristino e la sua messa in sicurezza consentiranno alla comunità di tornare a vivere quell'area, da sempre molto frequentata e apprezzata. L'intervento si intreccerà ai lavori iniziati qualche settimana fa per la realizzazione della ciclopista sull’Amo nel tratto fra San Giovanni e Figline Incisa Valdamo, una mobilità alternativa in linea con gli obiettivi della nostra Amministrazione”.

“L’Arno – conclude la Presidente Stefani – torna ad essere nuovamente protagonista di un restyling con cui si intende rendere il fiume sempre più vicino ai cittadini e fruibile per i momenti di relax, sport e svago”.

 

 

 

Articoli correlati