30, Novembre, 2022

Da oggi l’iscrizione all’anagrafe del neonato si fa in ospedale. Così come la scelta del pediatra e la richiesta del Codice fiscale

Più lette

In Vetrina

Piccola rivoluzione per i neo-genitori: più semplici le procedure burocratiche relative alla nascita del figlio. Da oggi si fa tutto in ospedale. Una semplificazione che alla Gruccia interesserà circa 900 famiglie all’anno

Niente più code da un ufficio all'altro: da oggi, infatti, per i genitori dei bambini che nascono alla Gruccia arriva una grande semplificazione burocratica. Sistemare la registrazione all’anagrafe comunale, fare l’iscrizione al servizio sanitario nazionale e successivamente all’anagrafe assistiti con la scelta del pediatra, acquisire il codice fiscale: si potrà fare tutto in ospedale. 

La piccola rivoluzione arriva grazie ad un accorso tra la Asl8, i 39 Comuni della Provincia di Arezzo, e L’Ufficio delle entrate. Un protocollo operativo, che fissa i reciproci servizi di assistenza ai cittadini, consenitrà con un unico passaggio l’iscrizione alla anagrafe comunale con la dichiarazione di nascita, l’acquisizione del codice fiscale, l’iscrizione al servizio sanitario nazionale e la scelta del proprio pediatra.

Tutto con una sola richiesta, che un genitore potrà fare nell’apposito ufficio situato all'interno dell'ospedale della Gruccia, presso la Direzione di Presidio. Basterà presentare il certificato rilasciato dalla ostetricia, dove è avvenuto il parto, e si potranno compiere tutte queste operazioni in una volta, evitando così i giri a cui finora erano costretti i neo-genitori. Unico requisito necessario, essere residenti in un comune della Provincia di Arezzo. 

Ogni anno all'ospedale del Valdarno nascono quasi 900 bambini: per le loro famiglie, dunque, da oggi la gestione della burocrazia sarà meno complicata. 
 

Articoli correlati