09, Agosto, 2022

Cup 2.0, trasferimento per il sistema della provincia di Firenze: stop alle prenotazioni per cinque giorni

Più lette

In Vetrina

Dal 29 marzo sarà attivo anche a Firenze e nelle zone distretto fiorentina nord ovest, sud est (compreso il Valdarno fiorentino) e Mugello, il Cup 2.0, cioè il nuovo sistema di prenotazione di visite, esami e indagini diagnostiche, più semplice ed immediato. Già attivo a Prato, Pistoia ed Empoli, il nuovo sistema informatizzato e centralizzato di prenotazione che arriva ora su Firenze richiede però una fase di preparazione che riguarda la formazione del personale, l’aggiornamento del software e il lavoro di verifica e controllo.

Per questo motivo, da giovedì 24 a lunedì 28 marzo le prenotazioni Cup saranno quindi sospese e per cinque giorni non sarà possibile prenotare in tutte le postazioni della Ausl Toscana centro, compresi gli sportelli territoriali o i centralini telefonici. Stop dunque alle prenotazioni di visite ed esami.

Tutte le attività ambulatoriali già fissate naturalmente continueranno a funzionare. Per il resto saranno comunque garantite le prestazioni urgenti negli ambiti di Empoli, Pistoia e Prato e non si ferma il numero dedicato alla Medicina generale che gestirà la presa in carico telefonicamente, in particolare per la Radiologia. Quanto ai pazienti cronici, saranno chiamati dai singoli Servizi per fissare un nuovo appuntamento che sarà dato nei giorni immediatamente successivi alla riattivazione del servizio.

Il nuovo sistema tornerà operativo da martedì 29 su tutti canali di accesso, non solo agli sportelli e al numero unico 055.545454 ma anche presso le farmacie, gli studi dei medici di medicina generale che hanno aderito e gli istituti accreditati dove il servizio di prenotazione è stato attivato. Fra le varie modalità di prenotazione c’è anche quella on line (anche per disdire un appuntamento) sul sito  https://prenota.sanita.toscana.it/ con richiesta dematerializzata e codice fiscale.

Oltre all’offerta ampliata, i vantaggi del nuovo Cup sono anche nella riduzione dei tempi di attesa: il Cup 2.0 infatti permette di separare le agende di prenotazione tra prime visite e seconde visite (di controllo) con la conseguente migliore presa in carico del paziente da parte del medico specialistica. Nei primi giorni dopo il passaggio al nuovo sistema operativo Cup 2.0 e prima che il sistema vada a regime, potrebbero verificarsi criticità nei punti di prenotazione su Firenze e nelle altre tre zone distretto interessate a cui l’Azienda, nel caso, presterà la massima attenzione per un’immediata risoluzione.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati