27, Novembre, 2021

Crollo di una palazzina a Borgo di Dudda: mobilitati i soccorsi anche dal Valdarno

spot_img

Più lette

Sotto le macerie sono rimaste tre persone. Sul posto i Vigili del fuoco anche da Figline, la Croce Rossa di Incisa, e i Carabinieri della compagna di Figline che si occupano delle indagini

Sono tre le persone che sono rimaste sotto le macerie del crollo di una palazzina avvenuto questa mattina a Borgo di Dudda, nel comune di Greve in Chianti. E sul posto la mobilitazione dei soccorsi, fin dal primo allarme, ha coinvolto anche il Valdarno: non solo i Vigili del fuoco di Figline, insieme a quelli di Firenze, al lavoro per estrarre le persone da sotto le macerie; ma ci sono anche gli operatori della Croce Rossa di Incisa, per le operazioni di soccorso sanitario e di protezione civile, e quelli della Misericordia di Figline. Le squadre dei vigili del fuoco sono state poi avvicendate da personale Usar (Urban search and rescue) provenienti dai comandi di Arezzo e Siena. Sul posto anche personale del gruppo operativo speciale movimento terra del comando di Prato.

 

Le indagini sono a cura dei Carabinieri della compagnia di Figline. Secondo le prime ricostruzioni, all'origine dell'esplosione e del crollo della palazzina ci sarebbe stata una fuga di gas. Nel crollo sono tre le persone rimaste coinvolte: una donna, l'ex marito e il nuovo compagno di lei. Già estratto il corpo senza vita dell'ex marito, un 59enne residente a Prato; nel pomeriggio anche la salma del secondo uomo è stata trovata ed estratta. Sembra che i tre fossero giunti nella casa, utilizzata per le vacanze, per svolgere alcuni lavori di manutenzione. 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati