27, Maggio, 2024

Covid, l’aggiornamento della sindaca Mugnai. Quarantena per due classi, tutti negativi gli ospiti della Rsa Martelli

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il punto della situazione attuale sul territorio di Figline e Incisa vede in tutto 31 persone positive al Coronavirus, la maggior parte delle quali contagiate in ambito familiare. Due le classi chiuse, al nido Il Trenino e alla scuola media di Incisa

Due classi in quarantena, in un nido e in una scuola media, e 31 casi attualmente positivi: a tracciare il punto della situazione per il territorio di Figline e Incisa è la sindaca Giulia Mugnai, in una comunicazione che si occupa anche della Rsa Asp Martelli, dove tutti gli ospiti sono risultati negativi ai tamponi. Si registra però il decesso di una donna anziana che era ricoverata a Ponte a Niccheri, con diverse patologie, e che era risultata positiva al tampone. 

Mugnai parte dalle scuole: "Nella mattina mi è stato comunicata dall’Azienda sanitaria la positività al Covid-19 di una bimba che frequenta il nostro nido “Trenino”. La bimba sta bene, ma a seguito di questa comunicazione la sua classe è stata posta in quarantena preventiva, insieme alle relative educatrici ed assistenti. Nei nostri nidi comunali ciascuna classe ha ingressi, spazi e personale dedicati. Nessuna parte della didattica avviene in promiscuità, pertanto non si è reso necessario sospendere l’attività di tutto il plesso. Mi è stato inoltre comunicato dalla Dirigenza scolastica dell’Istituto comprensivo di Incisa la positività di una ragazza, non residente nel nostro Comune, che frequenta la scuola media Dante Alighieri. A seguito della comunicazione la classe di appartenenza sarà posta in quarantena. Al momento tutti gli altri plessi comunali, dal nido alla secondaria di primo grado, proseguono regolarmente l’attività didattica".

Poi il punto sui contagi: "Al momento le positività al Covid-19 nel Comune di Figline e Incisa, a seguito delle ultime comunicazioni pervenute dalla Asl, sono complessivamente 31. Molti dei contagi sono rilevati nei medesimi nuclei familiari e, quindi, diversi casi sono collegati tra di loro. La maggioranza delle persone si trova in isolamento presso il proprio domicilio, senza sintomi o comunque con sintomi lievi; qualcuno, invece, ha avuto bisogno di un ricovero ospedaliero. Nessuna delle persone attualmente contagiate appare in gravi condizioni. A tutti loro va il nostro augurio per una rapida e serena ripresa. Nella giornata di ieri, direttamente dalla famiglia, mi è stato comunicato il decesso di una signora di 87 anni, con numerose pregresse patologie, che nei giorni scorsi era risultata positiva al Covid-19 ed era ricoverata presso l’Ospedale di Ponte a Niccheri. Alla famiglia va il cordoglio di tutta la nostra comunità per la perdita subita in questo momento così difficile".

Infine la situazione alla casa di riposo: "La situazione della Asp Martelli viene costantemente monitorata anche attraverso test sierologici, svolti preventivamente a tappeto su tutti gli ospiti e gli operatori. L’ultimo screening è stato effettuato il 25 settembre, evidenziando la negatività di tutti i soggetti testati. Nei giorni scorsi, il concentrarsi su diversi ospiti di Casa Martelli di stati febbrili ha portato all’isolamento delle persone interessate e alla conseguente effettuazione di tamponi sugli stessi e su alcuni operatori. Tutti i tamponi sono risultati negativi, confermando che la struttura è, al momento, libera da Covid. Resta comunque massima l’attenzione, con la limitazione delle visite, l’utilizzo di tutti i DPI previsti e con l’individuazione di reparti che possano essere isolati e trasformati in "reparti bolla" in caso di positività, che ci auguriamo non siano mai riscontrate".

In chiusura, Giulia Mugnai torna a fare appello alla responsabilità di tutti: "Al di là delle importanti nuove misure introdotte dall’ultimo DPCM, ormai abbiamo imparato le tre semplici regole fondamentali: lavarsi spesso le mani o comunque igienizzarle con gel alcolici, mantenere il distanziamento fisico, indossare sempre la mascherina. Ricordiamolo". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati