05, Febbraio, 2023

Covid-19, Halloween e commemorazione dei defunti, l’appello del Sindaco per il rispetto delle regole anti-contagio

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il sindaco di Castelfranco Piandiscò, Enzo Cacioli si rivolge ai propri cittadini: “Agire civilmente e rinunciare ad una convivialità fisica in favore speriamo di un Natale più disteso e maggiormente partecipato.

Halloween e commemorazione dei defunti: il sindaco di Castelfranco Piandiscò Enzo Cacioli si rivolge ai cittadini e lancia un appello perchè siano rispettate le norme anti-contagio.

Per quanto riguarda la celebrazione di Tutti i Santi e la commemorazione dei defunti, il sindaco di Cacioli, per scongiurare situazioni potenzialmente pericolose, ha suggerito ai parroci di "svolgere la messa del 2 novembre possibilmente in due turni, e avvalendosi di dispositivi di amplificazione vocale in modo che i cittadini possano ascoltare la funzione religiosa ognuno presso la tomba che sta visitando, senza quindi creare rischiosi assembramenti. Ai cittadini è rivolta la forte raccomandazione di non intrattenersi in momenti di incontro con altre persone non conviventi, specialmente al di fuori del proprio nucleo familiare".

Per la festa di Halloween, invece, tradizionalmente associata a visite da parte dei bambini in case dei vicini e a feste alle quali partecipano generalmente i ragazzi, il Sindaco raccomanda "di evitare qualsiasi forma conviviale di aggregazione, siano esse feste casalinghe e private, o iniziative all’aperto; i controlli da parte delle Forze dell’Ordine saranno puntuali, e si chiede alle famiglie di vigilare sul comportamento dei propri ragazzi e bambini".

“Attualmente nel nostro Comune ci sono 63 persone in isolamento poiché risultate positive al Covid-19, in totale da marzo 91 concittadini hanno contratto il virus e di queste ad ora ne sono guarite 27, registrando purtroppo un decesso –  afferma il Sindaco Cacioli riassumendo l’attuale situazione epidemiologica – La maggior parte dei casi attuali sono asintomatici o lievemente sintomatici, con una sola ospedalizzazione. Raccomando quindi massima prudenza a tutti i cittadini, in particolare agli anziani e ai più giovani; l’invito è quello di rispettare con rigore le regole che il Governo e la Regione Toscana impone a tutti ma anche quello di seguire volontariamente le forti raccomandazioni che gli organi competenti ci presentano. Non organizzare feste, cene o momenti di celebrazione con persone non conviventi, evitare luoghi con pericolo di assembramenti. Agire civilmente e rinunciare ad una convivialità fisica in favore speriamo di un Natale più disteso e maggiormente partecipato.”

"Si ricorda che con il DPCM del 24 ottobre 2020 è fatto obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, e che l'utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l'igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie. Tra le altre indicazioni contenute nel decreto è chiara inoltre la forte raccomandazione a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi".

Articoli correlati