27, Novembre, 2021

Iniziati i lavori al Borro di Rantigioni, intervento da 800mila euro per evitare nuovi allagamenti a Faella

spot_img

Più lette

Sono partiti i lavori per la mitigazione del rischio idraulico al Borro di Rantigioni, a Faella: un intervento con cui l’Amministrazione comunale di Castelfranco Piandiscò intende mettere in sicurezza la frazione, che più volte negli ultimi anni ha registrato allagamenti proprio per lo straripamento del torrente a monte dell’abitato.

Questo lotto, il primo che viene eseguito, ha un valore di circa 800mila euro su un intervento dal valore totale di 1 milione e 400mila euro, finanziati dal Governo. “Questo intervento – ha spiegato il sindaco Enzo Cacioli – comprende una grande cassa di espansione, con strutture di contenimento e regimentazione delle acque; uno degli affluenti del Rantigioni verrà invece regimentato con disposizione a pettine, per cui l’acqua non calerà a valle precipitosamente. È un lavoro che si è reso storicamente necessario, perché con la frequenza media di dieci anni Faella veniva alluvionata. L’ultima volta è successo nel 2013, con duecento famiglie che hanno avuto danni”.

Il sindaco di Castelfranco Piandiscò ha fatto il punto anche sugli altri lavori pubblici in corso o in partenza: “Stiamo ultimando la ex Filarmonica di Pian di Scò, un intervento di particolare pregio; Publiacqua intanto sta lavorando per collegare Castelfranco al collettore fognario. A Vaggio, sono terminati i lavori di deviazione sul Resco delle acque pluviali, anche questo un importante intervento di regimentazione e messa in sicurezza idraulica. L’intervento più atteso è quello della nuova viabilità, con la nuova rotatoria e un nuovo ponte sul Resco, per decongestionare il vecchio ponte di Vaggio: il bando di affidamento si è chiuso e sono in corso le procedure per la verifica delle offerte, una sessantina quelle pervenute”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati