08, Dicembre, 2022

Capo Verde trionfa nella sesta edizione dei Giochi Senza Frontiere Piandiscoesi

Più lette

In Vetrina

Ieri sera la grande cacciuccata in strada ha concluso la tre giorni dei GSF del Valdarno. Vincono i “capoverdiani”, che si aggiudicano un’edizione in parte penalizzata dal maltempo. Ma che non ha risparmiato sul divertimento, per tutti

Abiti neri, parrucche e facce dipinte di verde: la fantasia è stata la prima, ma non l'unica, arma vincente della squadra di Capo Verde (i "capoverdiani", per l'appunto) che si sono agigudicati, di misura sugli avversari, la sesta edizione dei Giochi Senza Frontiere piandiscoesi. Premiati con il trofeo-simbolo dei Giochi durante la grande cacciuccata in strada, ieri sera a Pian di Scò. 

I Giochi 2014 sono stati in parte penalizzati dal maltempo: la giornata di apertura, giovedì 24, si disputava alla piscina Las Vegas di San Giovanni, ma la pioggia arrivata in serata ha costretto gli organizzatori a sospendere tutto dopo aver disputato solo uno dei giochi in programma. 

Molto meglio, invece, venerdì sera al campo sportivo di Pian di Scò: le sfide ideate dalla squadra dei GSF hanno messo alla prova i concorrenti in esilaranti acrobazie, per il divertimento di tutti, soprattutto dei tanti spettatori venuti ad assistere. 

Bilancio positivo, dunque, per una manifestazione che da sei anni è in costante crescita, e che, partita da Pian di Scò, sta coinvolgendo tutto il Valdarno. Quest'anno, tra l'altro, con un obiettivo importantissimo: sostenere il Calcit del Valdarno, grazie alle donazioni dei tanti partecipanti. Una sfida questa, vinta già ai nastri di partenza. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati