16, Agosto, 2022

Bretella Le Coste-Casello, Giani: “Una realtà strategica. Il Valdarno deve avere prospettiva di sviluppo che lo unisce a tutta la Toscana”

Più lette

In Vetrina

Due lotti per un totale di 24 milioni di euro: il primo per 7,8 milioni a carico della Regione Toscana, il secondo per 16,3 milioni a carico, invece, di Autostrade per l’Italia. Complessivamente 36 i mesi per il completamento dell’intera opera. Il via ai lavori il prossimo 23 marzo. E’ la bretella Le Coste – Casello il cui progetto è stato presentato nella sala del consiglio di Terranuova. Presenti oltre al sindaco ed alla giunta terranuovesi, il presidente della Regione Eugenio Giani e l’assessore Stefano Baccelli, il capogruppo regionale del Pd Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale alle infrastrutture dal 2013 al 2020, sindaci, rappresentanti dei Comuni del Valdarno aretino, tecnici, rappresentanti delle associazioni di categoria e tanti cittadini.

Il primo lotto è compreso tra la nuova rotatoria che sorgerà alle Coste, in prossimità dell’attuale curva e Casa Malvigna, per una lunghezza di 540 metri e un investimento di 7.800.000 euro. Sarà realizzato in sedici mesi, entro luglio 2023. Farà parte di questa prima fase di intervento anche il sottopasso che ridisegnerà l’area del Ponte Mocarini e permetterà alla bretella di proseguire il suo tracciato parallelamente all’Autostrada. Il secondo lotto arriverà fino allo svincolo del Casello A1 Valdarno dove sarà creata una nuova rotatoria subito dopo il nuovo ponte sul Ciuffenna. Avrà una lunghezza di 1060 metri per 16.335.000 milioni di euro di spesa e venti mesi di lavori. (Il progetto; i cantieri 1, i cantieri 2)

“Sul piano infrastrutturale questa bretella si colloca in una dimensione di prospettiva e di sviluppo del Valdarno superiore – ha detto il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani – La Regione si è impegnata da un punto di vista di programmazione e di intervento economico per una infrastruttura importante che renderà più scorrevole la viabilità con interventi più ampi di modernizzazione per l’intero territorio”.

“Un risultato importantissimo per tutto il Valdarno perché migliorerà la fruizione della viabilità risolvendo i problemi del traffico che attualmente attanagliano l’area adiacente al casello. In più, quando quest’opera sarà terminata si porranno anche le basi per poter pianificare in quell’area uno sviluppo produttivo, con conseguenti nuovi posti di lavoro per il Valdarno” ha commentato il Sindaco, Sergio Chienni.

“Siamo allineati per iniziare e poi proseguire celermente in un’opera davvero cruciale per il Valdarno. Il primo lotto di intervento – per un investimento di 7 milioni e 800 mila euro – è un finanziamento veicolato dalla Regione Toscana su risorse FSC e sarà terminato entro luglio 2023. È bene che i lavori del secondo lotto, quelli finanziati da Autostrade, partano subito successivamente – per ragioni di cantierizzazione – a quelli della Regione Toscana”, ha aggiunto l’assessore regionale alla viabilità e trasporti, Stefano Baccelli.

“L’avvio dei lavori – ha detto il consigliere regionale, Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale alle infrastrutture dal 2013 al 2020 – è frutto di un grande lavoro sinergico che negli anni è stato fatto tra amministrazione locale, regionale e Autostrade. La bretella “Le Coste-Casello” è un’opera strategica per il Valdarno che consentirà nuovo sviluppo territoriale assieme alla Sr69, realizzata negli anni con in finanziamento della Regione Toscana e delle amministrazioni comunali del Valdarno”.

“Questa infrastruttura rappresenta un esempio di buona amministrazione pubblica – ha commentato il deputato Dario Parrini. È rilevante sottolineare come in circa quattro anni dallo studio di fattibilità dell’opera arriviamo oggi alla consegna dei lavori, grazie al prezioso lavoro di squadra che ha caratterizzato il progetto”.

“Una risposta infrastrutturale attesa da anni – ha concluso la consigliera regionale, Lucia De Robertis – che favorirà l’economia, la circolazione, l’ambiente e la vita delle persone. Con la consegna dei lavori si compie davvero un passo significativo per il nostro territorio”.

 

 

 

 

Articoli correlati