25, Giugno, 2024

Banda larga, sei località del comune di Bucine raggiunte dal servizio. La soddisfazione dell’amministrazione comunale

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Montebenichi, Rapale, San Leolino, Solata, la Torre di Mercatale e alcune aree sparse di Bucine: queste le località interessate dal progetto presentato la settimana scorsa dall’assessore regionale Bugli. Il comune di Bucine: “Si va a risolvere il problema dell’innovazione tecnologica che penalizzava i territori marginali e rurali”

Montebenichi, Rapale, San Leolino, Solata, la Torre di Mercatale e alcune aree sparse di Bucine saranno le sei località interessate dalla banda larga nel territorio comunale di Bucine, grazie al progetto del Ministero dello Sviluppo Economico, che sarà realizzato da Telecom e finanziato dalla stessa società, dal Ministero e dalla Regione Toscana.

Soddisfazione è stata espressa dall'amministrazione comunale di Bucine, "in quanto si va a risolvere il problema dell'innovazione tecnologica che fino a oggi penalizzava i territori marginali e rurali della Toscana e che allontanava molte imprese dall'investire". I lavori partiranno in estate e si concluderanno a ottobre.

La fibra ottica, come illustrato dall'assessore regionale Vittorio Bugli la scorsa settimana, comporterà vantaggi per i cittadini, le imprese e le strutture turistiche: migliori connessioni telefoniche con l'adsl, accesso a internet costante e potenziato, attività commerciali, produttive e turistiche non più tagliate fuori dalla comunicazione in rete.

Particolare attenzione, infine, è stata data al pregio indiscusso dei luoghi della campagna toscana, in quanto l'impatto ambientale dell'intervento sarà minimo: si tratta di posizionare un cavo di fibra ottica attraverso un piccolo scavo, con un solco largo appena dieci centimetri e profondo quaranta.
 

Articoli correlati