25, Maggio, 2024

Aperta la campagna elettorale della Sinistra per l’Alternativa con Marco Pompeo candidato sindaco. Presentata anche la lista

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si è aperta con la presentazione pubblica, ieri nella sala consiliare di Figline, la campagna elettorale della Sinistra per l’Alternativa che si presenta alle amministrative con il candidato sindaco Marco Pompeo. La formazione politica, che riunisce PCI, Rifondazione Comunista e Potere al Popolo, lancia una proposta di governo per Figline Incisa che si fonda su un nuovo patto nella società, che pensa alla sanità pubblica, partendo dall’ospedale Serristori; ai temi dell’ecologia e dell’ambiente; alla giustizia sociale e al lavoro; contro la delocalizzazione delle industrie e la privatizzazione dei servizi essenziali.

Marco Pompeo, ex operaio metalmeccanico, ha esordito con un pensiero alle vittime dell’incidente sul lavoro alla diga di Suviana: “Prima di tutto – ha detto – vorrei parlare proprio di lavoro, anzi di morti sul lavoro. Quella che si è consumata nella diga dell’Emilia Romagna è l’ennesima strage sul lavoro. E purtroppo ogni giorno muore qualcuno sul lavoro, anche senza questa risonanza. Noi combatteremo sempre perché tutto questo non avvenga mai più. Ora basta davvero”.

Pompeo è poi entrato nel merito delle proposte per Figline e Incisa: “Innanzi tutto, dobbiamo cercare di riportare il pronto soccorso all’Ospedale Serristori. L’amministrazione di questo comune non ha fatto niente di concreto per questo. Abbiamo poi una serie di impegni sul fronte dell’ambiente, a partire dalla piantumazione di nuovi alberi in particolare vicino ad autostrada e ferrovia, per combattere inquinamento ambientale e acustico. E poi c’è il lavoro: la chiusura delle fabbriche, anche qui in Valdarno, comporta un impatto sociale su quelle famiglie che rimangono senza lavoro e che spesso non hanno sostegno né economico né psicologico. Dobbiamo essere al loro fianco”.

Il lancio ufficiale della candidatura è stata anche l’occasione per presentare la lista. 
Ecco dunque tutti i nomi:

  1. Fabrizio Michelino, architetto ex docente
  2. Erica Raffaelli, operaia
  3. Giacomo Badii, ingegnere
  4. Sara Bartoloni, manutentore
  5. Simone Ceroti, grafico
  6. Rosario Cutrona, dipendente scuola
  7. Massimo Del Conte, ex operaio
  8. Giulia Del Sarto, mediatore linguistico culturale
  9. Antonella Dommi, dipendente scuola
  10. Valentina Fontanelli, operatrice sociosanitaria
  11. Mauro Ottaviano, libero professionista
  12. Roberto Soraggi, operatore sociosanitario
  13. Corso Sottili, artigiano
  14. Andrea Spolverini, perito meccanico

 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati