02, Febbraio, 2023

“Ancora sulla buona strada”, sedici pagine per raccontare quattro anni di attività

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’amministrazione comunale di Figline Incisa consegna alle famiglie FIV Informa per raccontare quanto fatto dal 2014. I progetti per il 2018 a cominciare dalle casse d’espansione, dalla variantina e dalla passerella sul torrente Cesto

Scuola e sport, lavori ubblici, sociale, cultura pop, ambiente, Innovazione e territorio, abbattimento delle barriere architettoniche, videosorveglianza, piste ciclabili, manutenzioni di aree verdi e di aree gioco: oltre 24milioni e 889.000 euro investiti dal 2014 ad oggi. L'Amministrazione comunale di Figline Incisa ha deciso di rendere note ai cittadini tutte le attività svolte sinora. Per questo nel periodico FIV Informa, consegnato alle famiglie, sono presi in esame tutti i lavori e gli interventi effettuati suddivisi per settore e categorie.

Si tratta di una pubblicazione schematica e sintetica, di 16 pagine, che si pone l’obiettivo di riassumere le azioni realizzate, in fase di realizzazione e programmate in questi  primi anni di vita del Comune unico, oltre che di mappare (anche in maniera temporale) il lavoro fatto fino a oggi e di elencare i principali progetti da realizzare entro fine mandato.

9 milioni e 500.000 euro il denaro investito e derivante dai finanziamenti per la fusione: 1 milione e 500.000 euro nel 2014, 2015 e 2016, 2 milioni e 500.000 euro nel 2017 e 2018. E poi le opere: la cifra più alta, 8.110.910 euro, è stata investita nel sociale, si discosta di poco quella invece destinata alla scuola, 7.805.592 euro. 2.773.785 per la cultura, 1.696.556 per le manutenzioni scolastiche, 1.373.666 per quelle stradali e 1.800.000 per quelle di aree verdi e di gioco. 768.8897 sono stati investiti nelle piste ciclabili, 455.105 nell'abbattimento delle barriere architettoniche e 105.000 nel sistema di videosorveglianza.

“Il senso di pubblicare un’edizione speciale del nostro periodico cartaceo e di dedicarla al racconto di questi quatto anni – spiegano la sindaca Mugnai e gli assessori – è quello di tirare le fila dei tanti interventi realizzati finora e soprattutto di spiegare l’idea che abbiamo di Figline e Incisa. Si tratta di un vero e proprio cammino fatto di tanti passi che non sono sganciati l’uno dall’altro, ma che seguono percorsi che confluiscono in un’unica strada condivisa perché, come suggeriamo nell’introduzione, dietro ogni intervento messo in campo c’è uno sguardo più ampio e trasversale e una programmazione puntuale”.

"Uno degli interventi simbolo del mandato 2014-18 è la realizzazione del nuovo asilo La Girandola, in località Stecco, che ben incarna la visione d'insieme delle nostre politiche, rappresentando infatti gli investimenti in opere pubbliche (600mila euro dedicati alla costruzione di una scuola), l’attenzione all’ambiente e all’innovazione (è una struttura in bioedilizia, costruita con materiali a basso impatto ambientale e che garantiscono anche il risparmio energetico), gli investimenti nella scuola (intesa sia come edificio sia come luogo di formazione), l’attenzione alle famiglie (che hanno visto azzerare le liste di attesa per i nidi comunali)".

 

Oltre a quello già fatto l'Amministrazione guarda anche a quello che ancora resta da fare. Il vicesindaco Caterina Cardi annuncia opera attese da tempo come la variantina e la passerella sul torrente Cesto: "Saranno consegnati entro aprile i lavori che termineranno entro ottobre per la riqualificazione della nuova area di via Olimpia, 970mila euro. Approveremo entro una quindicina di giorni il progetto definitivo complessivo della variantina: inizio dei lavori entro la fine del 2018. Riprenderanno gli interventi per la messa in sicurezza idraulica di Ponterosso ed entro fine maggio vedremo la conclusione del primo lotto della cassa d'espansione di Pizziconi e l'inizio di quella di Restone. Sul Cesto avremo anche il guado: abbiamo raggiunto un acccordo con la Regione Toscana per la realizzazione della passerella, la Regione finanzierà i 400mila euro necessari all'80%".
 

 

Articoli correlati