02, Luglio, 2022

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

Ancora rifiuti abbandonati lungo gli argini Arno a Matassino: in due rischiano l’arresto

Più lette

In Vetrina

Ancora rifiuti abbandonati lungo gli Argini Arno a Matassino, un luogo già bonificato dall’ufficio ambiente del Comune di Figline Incisa. L’8 maggio alle 23.30, come hanno potuto stabilire gli agenti della polizia municipale, due soci di un’impresa edile figlinese hanno scaricato lungo l’Arno materiale di scarto. Entrambi sono stati denunciati e rischiano l’arresto da tre mesi a un anno oppure una multa da 2600 a 26mila euro. Oltre alle spese di bonifica dell’area.

“In meno di un mese – commenta l’assessore all’Ambiente – Polizia municipale, ufficio Ambiente del Comune e ispettori ambientali sono riusciti a individuare e punire tre casi di ‘furbetti’ che pensano di bypassare le procedure di corretto smaltimento dei rifiuti abbandonando indiscriminatamente i loro materiali, per lo più scarti edili, su tutto il nostro territorio. Oltre ad essere azioni deplorevoli, vorrei ricordare che si tratta di azioni che hanno anche un costo per tutti, sia dal punto di vista ambientale che economico, dal momento che rimuoverli per il nostro ente rappresenta una spesa extra spesso evitata solo grazie alla collaborazione di associazioni del territorio, ultima in ordine temporale il Gaib, che colgo l’occasione di ringraziare per la bonifica di metà maggio effettuata a Ponte agli Stolli, dove erano stati abbandonati pneumatici e altri rifiuti. Allo stesso modo, anche la Prociv è attivissima nel darci una mano e, proprio nei giorni scorsi, nell’ambito di un monitoraggio lungo alcuni torrenti a Incisa ci ha segnalato l’individuazione di altri abbandoni. Abbandoni che, come dimostrano i tanti responsabili puniti in questo periodo, grazie ai controlli massicci sul territorio e con l’aiuto della tecnologia e del sistema di videosorveglianza locale, vengono scoperti e puniti”.

Articoli correlati