27, Giugno, 2022

Ambulanti di Assidea in assemblea: “Ribadiamo il nostro ‘no’ al ritorno del mercato in centro storico”. Programmate iniziative di protesta

Più lette

In Vetrina

Non si arrendono gli ambulanti del mercato di Montevarchi: dopo l’annuncio del sindaco che i banchi torneranno in centro storico, hanno deciso di riunirsi in assemblea per decidere alcune iniziative di protesta e ribadire la loro volontà di rimanere nell’attuale localizzazione, cioè piazza della Repubblica e viale Matteotti.

“Prima della pandemia – ha ricordato Roberta Gabbrielli, rappresentante per il Valdarno di Assidea – il mercato era in centro storico: poi, per le esigenze dell’emergenza sanitaria, è stato portato in questa nuova localizzazione che a tutti è sembrata subito migliore, a partire dagli spazi che sono a disposizione”.

“Qui il mercato è migliore sotto tanti aspetti – ha aggiunto Elisa Nocentini, Assidea – c’è più sicurezza, i posti sono più ampi e l’intero mercato è riunito, non frazionati come in centro storico. Gli stessi clienti sono più felici che il mercato sia qui, anche per la disponibilità di posti auto”.

“Oltretutto è più funzionale – ha concluso Mauro Gambassi, Assidea – considerando che invece in centro storico per svolgere il mercato occupiamo parcheggi e posti auto. Tornare in centro significherà riportare disagi a tutti, sia a noi, sia ai clienti del mercato, sia ai cittadini che ai negozianti del centro. C’è poi una questione di sicurezza importante, in caso di interventi ad esempio dei Vigili del fuoco, è molto difficile con il mercato in centro”.

Posizioni, queste, che sono state ribadite dai numerosi ambulanti che hanno partecipato all’assemblea, durante la quale sono stati affrontati anche altri aspetti della questione: “Considerando i tempi, dovrebbero essere stretti. Sembra infatti che il Consiglio comunale si esprimerà entro la fine di maggio, quindi lo spostamento potrebbe essere previsto nella seconda metà di giugno. Insomma, ci tolgono il lavoro in piena stagione”, hanno detto alcuni ambulanti. “Senza contare – hanno aggiunto altri – che non abbiamo ancora nemmeno visto la nuova piantina relativa alla disposizione dei banchi, che sarà diversa rispetto alla precedente e ancora più frammentata, quindi semmai peggiore”.

Dopo aver raccolto centinaia di firme nei giorni scorsi, gli ambulanti hanno deciso di non accettare in silenzio questa decisione. Tra le iniziative decise in assemblea, la richiesta di un incontro con il sindaco e l’Amministrazione comunale per riaprire il confronto; poi la preparazione di una manifestazione da svolgersi a Montevarchi nei prossimi giorni e infine, se questo non dovesse servire, anche uno sciopero del mercato.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati