29, Gennaio, 2023

Abbandono di rifiuti fuori dai cassonetti: le telecamere ‘inchiodano’ gli autori. Chiassai: “Mi vergogno per loro”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nel 2017 sono state 94 violazioni alle norme sul decoro urbano tra abbandono rifiuti, stendimento panni e altre tipologie. Non si abbassa la guardia nei confronti dei comportamenti incivili. La prima cittadina: “Questi non sono montevarchini perché così offendono la città”

Materassi, sedie e persino un passeggino, portati a mano fino al cassonetto, e poi abbandonati come nulla fosse. Ma gli autori sono stati colti sul fatto dall'occhio delle telecamere di videosorveglianza: questa volta in via dei Mille, dove è stata collocata la videocamera che punta proprio sull'isola ecologica, per individuare chi abbandona così i rifiuti all'aperto. 

“Mi vergogno per loro, non sono montevarchini perché offendono la città”. Così il sindaco Silvia Chiassai Martini commenta le immagini rilevate dalla telecamera, nell'ambito di una campagna di controllo puntuale sul territorio effettuata dalla Polizia Municipale con 23 apparecchi di videosorveglianza operativi in vari punti sensibili del territorio.

Il monitoraggio ha permesso, in questi mesi, di individuare azioni come queste, di scempio e incuria nei confronti dell’ambiente. E la prima cittadina ribadisce: "Le immagini lasciano pochi dubbi sul comportamento vergognoso e irresponsabile di queste persone che, come se nulla fosse, vengono filmate dalla telecamera mentre abbandonano ingombranti quando avrebbero la possibilità, tra l’altro, di usufruire di un servizio gratuito per il ritiro".

 

"Un comportamento inaccettabile perché queste persone non rispettano né l’ambiente in cui vivono, né chi invece osserva regole elementari di civile convivenza. Questi incivili non possono essere considerati cittadini di Montevarchi, ma devono sapere che noi ci siamo e che controlliamo. Fin dal mio insediamento alla guida della città, ho promosso una campagna di informazione e di educazione all’importanza del decoro urbano e sulla necessità di tornare a sentirci comunità. Per fortuna, gran parte della gente, soprattutto giovani, ccollaborano prontamente alle iniziative, come la pulizia di aree verdi e pubbliche, con un numero crescente di volontari del decoro".

Quella dell'abbandono dei rifiuti resta però una cattiva abitudine che il comune ha intenzione di combattere: nel 2017, infatti, la Polizia Municipale ha accertato 94 violazioni alle norme sul decoro urbano tra abbandono rifiuti, stendimento panni e altre tipologie, mentre sono stati effettuati 140 controlli di non sovraffollamento nelle abitazioni e vari interventi di sicurezza e presidio nelle piazze della città. "Purtroppo – conclude Chiassai – non possiamo abbassare la guardia di fronte agli “irriducibili furbetti” dei rifiuti. Il nostro messaggio è chiaro: ci siamo attrezzati sia per combattere culturalmente un malcostume ormai acutizzato nel tempo, che per stanare i comportamenti scorretti e sanzionali a dovere”. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati