02, Dicembre, 2022

A piedi nei luoghi del Keu: a Bucine l’iniziativa delle associazioni del Valdarno per parlare dell’inchiesta in corso

Più lette

In Vetrina

Una giornata per parlare dell’inchiesta sul Keu, delle ripercussioni che ha avuto e continua ad avere in Valdarno, e anche per vedere di persona i luoghi in cui gli investigatori ne hanno riscontrato tracce. Ad organizzarla, per sabato 22 ottobre, è stato il coordinamento di associazioni composto da LIBERA Valdarno, ACLI Arezzo, Agripunk onlus, ARCI Valdarno, CAI Valdarno, Compagnia dell’Orsa di Reggello, Diesis Teatrango, F.I.A.B., Gr.I.G. (Gruppo d’Intervento Giuridico), Legambiente, Materiale Sonori, associazione Culturale Masaccio, Passodopopasso, associazione Per la Valdambra, Plastic free ODV onlus, Presidio Libera “Giovanni Spampinato”.

Si tratterà, chiariscono gli organizzatori, di un momento di informazione e conoscenza riguardante l’inchiesta in corso da parte della D.D.A. della Toscana denominata “Keu” che coinvolge direttamente anche il territorio del Valdarno Aretino, sia per quanto riguarda la tutela ambientale, sia per il possibile coinvolgimento della criminalità organizzata di stampo mafioso. Ad oggi sono state localizzate presenze consistenti di materiale contaminato in varie parti della Toscana: dalla zona del pisano, all’area del territorio empolese, fino appunto al Valdarno. Qui, in particolare, sia l’Arpat che il Gruppo Forestale Carabinieri di Firenze hanno accertato lo stato di criticità ambientale in due località nel comune di Bucine e nei raccordi della SP7, nei pressi della discarica di Podere Rota.

“La manifestazione di sabato – spiega ancora il coordinamento di associazioni – è apartitica, promossa con lo scopo di tenere viva l’attenzione e informare l’opinione pubblica su un’indagine che a livello toscano coinvolge sia il tema della tutela ambientale che il tema delle possibili infiltrazioni mafiose che anche il Valdarno sta vivendo in modo preoccupante. Inoltre segna l’inizio anche di una collaborazione con i comitati degli altri territori della Toscana che si sono costituiti nelle varie aree interessate”.

“Per questi motivi non saranno ammesse bandiere di movimenti o partiti politici, mentre sono state invitate a partecipare tutte le Amministrazioni comunali del Valdarno aretino e fiorentino in quanto si ritiene che questi temi necessitano di risposte unitarie da parte di tutte le istituzioni”, continuano gli organizzatori. “Si tratta del primo di una serie di iniziative che il coordinamento di associazioni intende promuovere in Valdarno toccando tutti i luoghi dove è stata riscontrata la presenza di Keu, partendo dal comune di Bucine, per poi proseguire con un’altra iniziativa simile che toccherà il territorio comunale di Terranuova Bracciolini e l’area della Strada Provinciale 7. Riteniamo infatti che sia necessario tenere viva l’attenzione su questi temi perché l’inchiesta Keu che coinvolge vari territori della Toscana è sicuramente un’indagine molto importante non solo sul versante dell’inquinamento dei vari territori, ma per i suoi intrecci con altre indagini in corso sul tema delle infiltrazioni mafiose e sul tema del traffico di stupefacenti”.

L’evento denominato “Liberi dal keu in Toscana”, si svolgerà sabato 22 ottobre e prevede una camminata con ritrovo alle ore 9.00 nel centro di Bucine (zona teatro comunale) e partenza prevista alle ore 9.30. Al momento della partenza porterà il proprio saluto il Sindaco di Bucine Nicola Benini. La camminata a piedi si snoderà lungo via Roma ,via Niccolò Angeli, via Senese, via xxv Aprile (con sosta al cantiere posto in via xxv Aprile) e rientro verso il Teatro comunale intorno alle ore 11.00 circa.

Durante il cammino si svolgeranno alcune brevi soste dove saranno effettuate letture del testo “Trame criminali” curato dal Coordinamento del Valdarno Superiore di Libera e scritto da Fulvio Turtulici con la lettura e l’interpretazione di attori delle compagnie teatrali che fanno parte delle associazioni promotrici dell’evento. La pedalata, guidata dalla Fiab di Arezzo, prevede invece la partenza del gruppo di ciclisti dalla stazione di Montevarchi intorno alle ore 9.15/9.30 , per raggiungere il teatro comunale di Bucine in tempo per assistere agli interventi programmati.

Alle ore 11.00 circa la camminata/pedalata si concluderà al teatro comunale dove sono previsti gli interventi del Sindaco di Bucine Nicola Benini; del Sindaco di Laterina-Pergine Valdarno Simona Neri; del Procuratore della Repubblica di Arezzo Roberto Rossi; del Presidente della FIAB Enrico Valentini; del giornalista del TGR Toscana Valter Rizzo che presenterà il video che ha realizzato per la Rai; della portavoce dell’assemblea permanente no keu empolese-valdelsa Samuela Marconcini, La conclusione è prevista per le ore 13.00 circa. Per chi è interessato la manifestazione continuerà anche nel pomeriggio lungo le strade vicinali del territorio comunale di Bucine verso Perelli e Campitello per arrivare fino alla zona del cantiere di frantumazione inerti Lerose, dove saranno letti altri brani tratti del libro di Fulvio Turtulici.

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati