19, Agosto, 2022

A Palazzo Varchi un quadro con i ringraziamenti alla comunit

Più lette

In Vetrina

L’iniziativa del sindaco Silvia Chiassai Martini: “Il quadro un grazie all’unit e al senso di appartenenza che la comunit di Montevarchi ha dimostrato in pandemia”

Un quadro collocato a Palazzo Varchi con i ringraziamenti ad associazioni, mondo del volontariato, imprese, gruppi spontanei e tanti giovani e cittadini, per il sostegno dato alla comunità in questo anno di pandemia. Il quadro, presentato lo scorso 2 giugno, ora è stato affisso all'interno del palazzo comunale. L'iniziativa è del Sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini: "Cari concittadini, nella difficoltà della pandemia, mai la città è stata così vicina e solidale verso chi ha avuto più bisogno. Il senso di appartenenza ci ha aiutato, rendendoci ancora più forti. Viva Montevarchi!", ha commentato. 

"Abbiamo trascorso mesi drammatici – ha affermato il Sindaco –  in cui credo che la comunità di Montevarchi abbia impiegato risorse, tempo e generosità riuscendo a dare vita ad una rete solidale che non era affatto scontata. Adesso che cominciamo, passo dopo passo, a rivedere luce, ho ritenuto che fosse arrivato il momento per dire pubblicamente 'grazie' a tutti coloro che hanno lottato insieme a noi per non lasciare indietro nessuno, attraverso la realizzazione di questo quadro che sarà un ricordo ma soprattutto un esempio per le generazioni future. Un grazie particolare va anche ai tanti cittadini che hanno confezionato nelle proprie case o chiusi per settimane nelle stanze del palazzo comunale migliaia di mascherine prodotte dalle nostre aziende o date dalla Regione. Grazie a tutti quelli, tra i quali tanti giovani, che hanno macinato chilometri e chilometri per consegnare alla cittadinanza queste mascherine porta a porta".

"Voglio anche ricordare gli oltre 260 donatori del Fondo Emergenza Coronavirus, promosso dalla Curva Sud e sostenuto dall'Aquila Calcio, Memorie Rossoblù e Avis Montevarchi, che ha permesso di raccogliere ben 71 mila euro, riuscendo ad assicurare uno screening di massa costante e gratuito per i montevarchini, rivolto anche al mondo della scuola, che ci ha permesso nella terza ondata di non avere mai un numero elevato di contagi e attestandoci come l'unico comune della provincia che non ha mai superato il parametro dei 250 casi su 100 mila abitanti. Con queste risorse abbiamo anche istallato nelle scuole di Montevarchi, cominciando dall'infanzia e ora anche nelle Secondarie Inferiori, i sanificatori d'aria". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati