01, Febbraio, 2023

Sammezzano, lo sdegno per il leone trafugato corre sul web. Intanto prosegue la campagna di mobilitazione, il Castello protagonista di due incontri

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

La notizia che lo scorso 1 aprile è stato rubato anche il secondo dei due leoni piangenti ha suscitato rabbia e indignazione, ma la situazione è di difficile soluzione. Impegnati nel vigilare la situazione e le sorti del Castello, il Comitato FPXA e Save Sammezzano organizzano due incontri pubblici questa settimana

Si è diffusa soprattutto sul web, insieme a commenti di rabbia e sdegno, la notizia del furto del leone piangente del Castello di Sammezzano, l'unico rimasto dopo il furto del primo leone avvenuto diversi anni fa. Secondo quanto hanno potuto ricostruire i volontari del Comitato FPXA e di Save Sammezzano, che seguono le vicende del Castello, il furto sarebbe avvenuto lo scorso 1 aprile: qualcuno si sarebbe introdotto nel parco, salendo fino al Castello, e avrebbe sradicato la statua dal suo basamento, prima di portarla via. 

Non è la prima volta che qualcuno ruba oggetti e decorazioni del Castello di Sammezzano che, negli ultimi anni, è stato più volte oggetto di saccheggi di vario tipo. La tenuta, vale la pena ricordarlo, è di proprietà privata, finita all'asta in una procedura fallimentare, e dopo le vendite andate deserte a ottobre, sarà di nuovo all'asta il prossimo 24 maggio. Nel frattempo, però, è lasciata a sé stessa, salvo appunto l'opera dei volontari, che negli ultimi anni (prima dell'inizio della procedura di vendita giudiziaria) sono riusciti a "strappare" qualche apertura straordinaria, cogliendo l'occasione per qualche pulizia e piccoli lavori di manutenzione. 

Insomma, Sammezzano oggi vive in un limbo che rischia di metterlo ancora più a dura prova. Il Comitato intitolato al Marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d'Aragona e i volontari di Save Sammezzano non si arrendono: dopo aver denunciato in questi giorni l'accaduto, proseguono la loro campagna di informazione sul Castello, la sua storia e la sua situazione.

Due sono gli incontri pubblici in programma questa settimana: “Sammezzano l’oriente e l’arte” è il titolo del secondo appuntamento di “Percorsi”, un ciclo di incontri organizzati dal Comitato FPXA, che si svolgerà giovedì 7 aprile alle 21,15 al Circolo Arci Aurora di Leccio. Parteciperanno all’incontro Cristina Aschengreen Piacenti, già direttrice del Museo Stibbert, Matteo Cresti, Professore e Storico dell’Arte e i neolaureati Giulia Fedrizzi, Tommaso Curcio, Elena Pellecchia e Andrea Baracchi.  

"Il Castello e il Parco di Sammezzano – un tesoro da salvare" è il convegno che si terrà il prossimo 9 aprile presso Palazzo Pretorio a Figline, a partire dalle 15,30. Promosso da Save Sammezzano, sarà occasione di approfondimento e discussione aperta in merito a tutto ciò che riguarda il Castello di Sammezzano e la grave situazione in cui versa. 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati