05, Febbraio, 2023

Sammezzano fa da cornice al video di “Ora o mai più”, la canzone di Dolcenera stasera in finale a Sanremo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Girato all’interno delle sale del Castello che domina Leccio, il video è solo l’ultimo esempio di produzioni artistiche e cinematografiche che hanno scelto Sammezzano come location. Intanto però l’intera proprietà è all’asta: servono almeno 15 milioni di euro, per acquistarla

Si muove tra le sale e i corridoi del Castello, e suona al centro della meravigliosa sala bianca. Dolcenera ha scelto Sammezzano per il video di "Ora O Mai Più (Le Cose Cambiano)", la canzone con cui è in gara a Sanremo, e che stasera sarà in finale. 

Interamente girato, dalla prima all'ultima scena, all'interno del Castello che domina Leccio, il video è solo l'ultima produzione artistica ambientata nelle decorate sale ideate e volute dal Marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d'Aragona, per la sua residenza. Recenti sono anche alcune scene del “Racconto dei racconti” di Matteo Garrone e della fiction televisiva su Oriana Fallaci, interpretata da Vittoria Puccini.

Musicalmente, quello di Dolcenera non è nemmeno il primo videoclip girato a Sammezzano: prima di lei lo scelsero Amedeo Minghi e Mietta per girare il video di "Vattene amore" (qui in un video recuperato da Save Sammezzano, il gruppo nato per diffondere in Italia e nel mondo l'immagine del Castello, con l'obiettivo di salvarlo dal declino). Senza dimenticare il mondo della pubblicità, che a più riprese, anche di recente, ha utilizzato la cornice scenografica di Sammezzano per girare spot. 

Tutto questo mentre il Castello, oggi, resta chiuso. La vendita all'asta dell'intera proprietà non ha per ora consentito di organizzare nemmeno le visite gratuite che il Comitato FPXA riusciva a mettere in piedi nei mesi scorsi. La prossima data da segnare in calendario è il 24 maggio: il Castello sarà di nuovo all'asta, senza incanto, per una vendita che parte da 15 milioni di euro. Se ci saranno compratori, si scoprirà solo allora. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati