17, Agosto, 2022

Registro dei tumori: tre gruppi consiliari presentano una mozione per chiedere di nuovo l’attuazione in Valdarno

Più lette

In Vetrina

A presentare il documento nei rispettivi consigli comunali saranno: Cresce San Giovanni a San Giovanni, Democratici e Progressisti a Montevarchi, Terranuova in Comune a Terranuova. Ai sindaci viene chiesto di attivarsi per la mancata attuazione del registro dei tumori in Valdarno

Tre gruppi consiliari di San Giovanni, Montevarchi e Terranuova insieme per chiedere di nuovo l'attuazione, in Valdarno, del Registro dei tumori. Cresce San Giovanni, Democratici e Progressisti e Terranuova in Comune hanno, infatti, redatto una mozione comune da presentare nel rispettivi consigli comunali per chiedere ai sindaci cosa sia stato fatto all'interno della conferenza dei sindaci e di attivarsi per sensibilizzare il Governatore della Regione Toscana coinvolgendo i consiglieri regionali della vallata.

Il tema importante era stato lanciato dall'associazione Sprondoro l'anno scorso che si era mossa affinchè in Provincia di Arezzo e in Valdarno fosse istituito il Registro dei tumori. La richiesta era stata avanzata anche dai consigli comunali. Nel giugno 2013 qualcosa sembrava si stesse muovendo: la Regione Toscana, infatti, approvò con una delibera lo schema di convenzione tra Regione Toscana, Ispo, Aziende Sanitarie e Fondazione Monasterio per le attività connesse alla gestione del registro tumori. A distanza di un anno la situazione è ancora bloccata e per questo i gruppi all'opposizione nei tre consigli comunali hanno deciso di tornare sulla vicenda.

"Consapevoli di quanti fattori nel nostro territorio concorrono ad aumentare l’incidenza di malattie tumorali, cardiovascolari, broncopolmonari ed embriogenetiche, siamo a promuovere una mozione per l’attuazione del “Registro Toscano dei Tumori" al territorio del Valdarno aretino e a ricordarne l’importanza – dichiarano o tre gurrpi – Il Valdarno è stato il territorio che ha voluto e interpretato questo bisogno, stimolando intorno alla necessità che in Toscana fosse costituito un Registro Regionale dei Tumori la cui importanza e utilità è riconosciuta e conclamata oramai da tutti".

"Siamo orgogliosi che il nostro territorio abbia contribuito fattivamente a creare le condizioni affinché la Regione Toscana approvasse lo schema di convenzione tra Regione Toscana, ISPO, Aziende Sanitarie e Fondazione Monasterio per le attività connesse alla gestione del registro tumori (delibera di giunta n. 429 del 03-06-201). Ricordiamo ed evidenziamo che intorno alla necessità che in Valdarno venisse Istituito il Registro locale dei  Tumori, vi fu nel 2013 un consenso unanime, (espresso da molti Consigli Comunali dove furono approvate su istanza dell’Associazione Sprond’oro importanti mozioni) e i Consiglieri regionali valdarnesi portarono l’Istanza all’interno del Consiglio Regionale".

"Purtroppo in questi mesi oltre a calare un velo di silenzio, fatto per noi preoccupante rispetto a un tema di tale importanza, si denota poca convinzione della ASL locale ad attuare e perseguire fattivamente nel nostro territorio il progetto voluto dalla Regione su richiesta della nostra comunità". 

"Crediamo che difendere e perseguire la costituzione del Registro dei Tumori in Valdarno e in Provincia di Arezzo abbia il duplice scopo di perseguire da un lato la continuità amministrativa rispetto a obiettivi ratificati dalle Istituzioni e dall’altra, cosa per noi più importante, difendere un diritto alla salute. Con questo spirito abbiamo ritenuto opportuno e indispensabile portare all’attenzione dei Consigli Comunali più importanti della nostra vallata (Montevarchi, San Giovanni Valdarno e Terranuova Bracciolini) una mozione che richiamasse l’attenzione sul tema e a responsabilità amministrative la classe politica che deve avere l’obbligo morale di perseguire ciò che in passato è stato approvato".

Poi l'invito a tutti gli altri gruppi consiliari.

"Rispetto a questo vorremmo fin da ora invitare, tutti i gruppi consiliari presenti nei vari consigli comunali valdarnesi, a portare all’attenzione delle proprie assemblee questo importante atto. Pur essendo gruppi consiliari con storie diverse, abbiamo condiviso l’esigenza di perseguire quest’azione perché riteniamo di estrema importanza e d’indubbio valore sociale la costituzione di un Registro dei Tumori in Valdarno. Auspichiamo che l’atto, non solo possa essere ratificato, ma, sia condiviso con tutte le forze politiche presenti nel nostro territorio per raggiungere rispetto a tale importante e nobile obiettivo la maggior 
condivisione possibile". 

Il primo a presentare la mozione sarà il gruppo dei Democratici e Progressisti nel consiglio comunale che si terrà a Montevarchi lunedì 10 novembre.

 

Articoli correlati