25, Giugno, 2024

Piano per il Serristori, il commento di Trambusti: “Bene l’ampliamento del day hospital oncologico. E ora vigiliamo sui tempi”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

La consigliera comunale della lista civica Salvare il Serristori interviene sul piano di ristrutturazione dell’ospedale figlinese presentato dalla Asl10. “Vittoria dei cittadini e del Calcit per il day hospital oncologico. Ora vigileremo sul cronoprogramma e sullo stato dell’organico”

Cauta soddisfazione da parte della lista civica Salvare il Serristori il giorno dopo la presentezione del piano della Asl10 per l'ospedale figlinese. Ad intervenire è la consigliera comunale Valentina Trambusti, che promette però di mantenere alta l'attenzione e di continuare a controllare lo stato dei lavori, e l'effettiva realizzazione di quanto promesso. 

"Siamo soddisfatti – scrive Trambusti – per l’ampliamento del day hospital oncologico e per l’inserimento nel primo stralcio dei lavori di potenziamento del Serristori: si tratta di una vittoria importante per i cittadini e per il Calcit  che in questi anni ha donato quasi 800mila euro per contribuire alle spese di gestione del reparto". 

"Il nostro impegno adesso – sottolinea la consigliera – è vigilare sul rispetto del cronoprogramma, in modo che i lavori non subiscano ritardi soprattutto quando inizierà l’iter per il finanziamento del secondo stralcio dei lavori. A parte le migliorie strutturali, però, sono sicura che la struttura ospedaliera tornerà alla normalità soltanto quando finirà di essere un presidio part-time. Viste le potenzialità della struttura infatti, penso per esempio ad ortopedia e alla diagnostica per immagini, appare evidente che il Serristori non può essere un ospedale part time di tipo verticale, che in pratica chiude la maggior parte della propria attività il giovedì pomeriggio".

"L’altro punto su cui continueremo a vigilare – conclude Valentina Trambusti – è la stato di salute dell’organico: a novembre dovrebbero entrare nell’organico un medico  cardiologo e un nuovo anestesista, rispondendo finalmente alle numerose richieste dei cittadini. È fondamentale però che, nel momento in cui si preveda la ristrutturazione del pronto soccorso, si individui anche il personale dedicato solo a questa struttura, senza attingere a quello interno, in particolare nelle ore notturne". 
 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati