07, Agosto, 2022

Il Rettore dell’Università di Siena Francesco Frati a confronto con gli studenti del Liceo Scientifico STEM

Più lette

In Vetrina

Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Siena, professor Francesco Frati, in Valdarno per un incontro con alcuni studenti del Giovanni da San Giovanni. Nella mattinata di martedì 8 marzo, presso il Centro di GeoTecnologie di San Giovanni Valdarno, il professor Frati ha tenuto infatti un seminario dal titolo “Quando la biologia diventò scienza” alle classi 2°AS e 2°BS del Liceo Scientifico Internazionale STEM dei Licei Giovanni da San Giovanni. Alla Conferenza erano presenti anche la sindaca di San Giovanni Valdarno dott.ssa Valentina Vadi, il Presidente del centro GCT prof. Riccardo Salvini e la Dirigente Scolastica prof.ssa Lucia Bacci.

Il professor Francesco Frati, in qualità di biologo ed entomologo, ha delineato un excursus sulla storia della nascita della biologia come scienza, a partire dal grande impulso dato dalle teorie evoluzionistiche di Charles Darwin nella seconda metà del 1800, passando per le scoperte del secolo scorso in merito alla genetica, per arrivare alle odierne applicazioni biotecnologiche in ambito scientifico.

Una attività che rientra nel programma all’interno del progetto Campus del Valdarno che, tramite una convenzione attiva fra il Centro di GeoTecnologie dell’Università di Siena, i Licei Giovanni da San Giovanni ed il Comune di San Giovanni Valdarno, prevede che le classi del Liceo Scientifico Internazionale STEM frequentino le lezioni curricolari e anche seminariali a rotazione per una settimana con cadenza bimestrale proprio nella struttura universitaria distaccata dell’ateneo senese. Nel contempo gli studenti dei Licei svolgono percorsi di approfondimento di alcuni argomenti scientifici con la collaborazione dei docenti universitari e dei ricercatori dell’Università di Siena.

Al termine della conferenza il Rettore è stato lungamente applaudito dagli alunni che lo hanno ringraziato per questa bella lezione ribadendo che per loro è stata un’occasione di apprendimento straordinaria.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati