25, Giugno, 2024

“Pratomagno. 18 itinerari a piedi tra natura, storia e tradizioni”. La nuova guida di Giovanni Susini

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

A luglio 2021 la casa editrice MapTrek ha editato “Pratomagno 18 itinerari a piedi tra natura, storia e tradizioni”, l’ultimo libro del reggellese Giovanni Susini, Carabiniere Forestale e guida ambientale escursionistica. Dopo venti anni dalle ultime pubblicazioni, con la necessità di un aggiornamento, nell’estate 2021, sono state pubblicate la nuova carta escursionistica del Pratomagno e, poco dopo, questa intuitiva guida.

Sono passati oltre 20 anni dall’ultima pubblicazione simile. “Pratomagno” è il risultato di un ascolto attento per quanto riguarda il bisogno di una guida, in tutti i sensi, per inoltrarsi nella nostra montagna. Una novità, ripetto ai precedenti tentativi, è che gli itinerari proposti da Giovanni sono percorsi ad anello, a differenza di quelli in linea dove andata e ritorno percorrono la solita strada.  La pubblicazione della guida è avvenuto dopo l’uscita della carta escursionistica del Pratomagno della primavera 2021. La guida ha come obiettivo anche quello di far percepire il Pratomagno come un tutt’uno al di là del fatto che sia suddiviso su due vallate, due provincie e tutta una serie di problemi che ne hanno impedito lo sviluppo strutturato dal punto di vista del turismo escursionistico.

L’autore ha individuato 18 percorsi. 10 nel versante valdarnese a partire dal comune di Pelago fino ad arrivare a Ponte Buriano; 8 percorsi sul versante casentinese, in pratica fino a ricongiungersi al passo della Consuma, chiudendo questo giro ad anello intorno al Pratomagno. Questi percorsi abbracciano tutto il territoorio del Pratomagno sui due versanti e sono strutturati con una piccola scheda tecnica iniziale dove sono riportati i principali dati tecnici del percorso: lunghezza, dislivello. Poi c’è una parte descrittiva del percorso con notizie e curiosità. Inoltre, per ognuno di questi percorsi è stato individuato un ulteriore aspetto salientem una curiosità, una nota di approfondimento che è stata riportata e sviluppata all’interno di ogni scheda.

L’utilità di questa guida si misura sull’esperienza. Per chi è addetto al settore, aprire una carta escursionistica, è già un libro aperto, però molte persone hanno difficoltà in questo tipo di operazione. Una scelta dell’autore, è stata quella di attestarsi sulla rete sentieristica del CAI. Ogni percorso è stato verificato da lui stesso e la segnaletica è in buono se non in ottimo stato. Il percorso più breve è quello delle Balze: 8 km in totale. I diversi percorsi hanno durate e distanze varie; si arriva fino a un percorso di 22 km, quello di Ponte a Buriano. Nel complesso, sono circa 250 km di percorsi e 12.000 metri di dislivello.

 

 

Articoli correlati