23, Febbraio, 2024

Peter Russell, a vent’anni dalla sua morte è stato ricordato il grande poeta inglese

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’Amministrazione comunale, nelle persone del Sindaco Enzo Cacioli e dell’assessore all’istruzione e alla cultura Angela Fortunato, insieme ai membri del direttivo dell’Associazione Culturale Peter Russell, hanno ricordato e commemorato i vent’anni dalla morte di colui che è stato riconosciuto dalla critica uno dei più grandi poeti inglese della seconda metà del novecento e l’ultimo dei grandi modernisti.

Alle 12.00, nel cimitero di Piandiscò, è stata deposta una corona di fiori sulla tomba di Peter Russell morto il 22 dicembre 2003 all’ospedale della Gruccia.

Il Comune di Castelfranco-Piandiscò si è fatto carico di gestire il prezioso lascito letterario e culturale del grande poeta inglese, dedicando un’attenzione specifica e costante alla sua conservazione, ben consapevole del suo valore. Il patrimonio è costituito da una biblioteca di oltre 9.200 libri e dall’archivio personale, formato da più di 150 faldoni. Il Fondo Russell è stato trasferito nei locali della Casa della Cultura (l’archivio), e all’interno della Biblioteca comunale e accanto ad essa, nella sede dell’ex biblioteca (i libri). Una parte del fondo librario verrà catalogata dagli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Benedetto Varchi” di Montevarchi, all’interno di un progetto scuola-lavoro.

L’operazione di riordino e collocazione del materiale è stata svolta in collaborazione con l’Associazione Peter Russell, emanazione dell’ente locale, nata per specifica volontà testamentaria del poeta. Dopo la sua morte, infatti, il materiale è stato donato all’Amministrazione, con il compito di conservarlo, farlo conoscere e renderlo fruibile. Si tratta di materiale di grandissima rilevanza culturale che già costituisce una risorsa straordinaria per la locale comunità e per l’immagine stessa del territorio, e potrebbe esserlo ancor più con un’ulteriore valorizzazione, potendo divenire uno dei fulcri culturali del territorio. Il doveroso omaggio al grande poeta è stato quindi anche il preludio ad un ancor più intenso e specifico impegno di Comune e Associazione per rendere fruibile alla comunità questo raro patrimonio.

Nato a Bristol il 16 settembre 1921, Peter Russell è stato tra i protagonisti della scena culturale inglese degli anni ’50, fondando a Londra la rivista Nine, alla quale collaborarono le maggiori personalità letterarie dell’epoca, tra le quali T.S. Eliot, Ezra Pound, George Santayana, Kathleen Raine. Dagli inizi degli anni ’60, dopo un soggiorno a Berlino, ha vissuto stabilmente in Italia, a Venezia (fino al 1983) e poi nelle colline del Pratomagno, a Pian di Scò, in un vecchio mulino, “La Turbina”, divenuto la sua casa-biblioteca. Russell è stato poeta, saggista, polemista, traduttore, conferenziere; profondo conoscitore delle maggiori culture letterarie e religiose mondiali e studioso di numerose lingue.

“Si tratta indubbiamente di uno dei maggiori poeti del secolo scorso, che ha vissuto ed assorbito in profondità i nuclei migliori della cultura mondiale, restituendo l’unicità preziosa di questa ininterrotta, enorme esperienza conoscitiva nella straordinaria bellezza dei suoi versi poetici, unendo inscindibilmente vita e scrittura”.

 

 

 

Articoli correlati