10, Giugno, 2023

Il rapporto fra umanità e tecnologia raccontato nei film: parte a Figline il percorso filmografico “Techno-Humanism”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Un robot che cerca di diventare umano, un uomo che si innamora di una intelligenza artificiale, un giovane cyborg lotta per scoprire la sua vera identità in un futuro distopico: sono le tre storie raccontate dai film scelti per il percorso filmografico “Techno-humanism”, che prenderà avvio sabato 20 maggio nella Sala consiliare comunale di Figline, promosso dall’Istituto Universitario Sophia, dal Comune di Figline e Incisa Valdarno, dalla Fondazione Per Sophia e dalla Scuola di Politica Poliedro, con il supporto di imprese locali.

Una rassegna che prova a raccontare, da prospettive diverse, il complesso e controverso rapporto tra essere umano e tecnologie, per avvicinare la riflessione del pubblico al tema del rapporto con le intelligenze artificiali attraverso tre film iconici che esplorano il modo in cui alcuni autori hanno immaginato vari scenari futuristici determinati da queste tecnologie: ogni proiezione sarà introdotta dall’intervento di un docente o ricercatore dell’Istituto Universitario Sophia. Tutte le visioni saranno a ingresso gratuito.

Sabato 20 maggio si comincia con “L’uomo bicentenario”, film del 1999 di Chris Columbus ispirato ad un racconto di Isaac Asimov, con Robin Williams, Embeth Davidtz, Sam Neil. A introdurre sarà Andrea Galluzzi, ingegnere ed esperto di temi filosofici sul rapporto tra Umano e Tecnoscienza. Si continua giovedì 8 giugno alle 20.45, ancora presso la Sala consiliare di Figline, con “Lei”, film del 2014 di Spike Jonze, con Joaquin Phoenix, Amy Adams, Scarlett Johansson, già candidato a cinque premi Oscar e vincitore di quello per la miglior sceneggiatura originale. A introdurre sarà Valentina Gaudiano, docente di Antropologia Filosofica. Ultimo appuntamento giovedì 15 giugno, alle 20.45, presso l’Istituto Universitario Sophia in località Loppiano, con “Alita: angelo della battaglia”, film del 2019 di Robert Rodriguez e ispirato al manga di Yukito Kishiro, con Rosa Salazar, Christoph Waltz, Mahershala Ali. A introdurre sarà Licia Paglione, docente di Sociologia delle relazioni umane.

“Ringraziamo l’Istituto Universitario Sophia, la Fondazione Per Sophia e la Scuola di Politica Poliedro, insieme al comitato scientifico che ha lavorato sulla scelta di questo percorso filmografico – le parole della sindaca del Comune di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, e dell’assessore alla cultura Dario Picchioni – L’inizio di questo percorso tra l’altro arriva proprio nella settimana che segue THiNK, il festival della cultura digitale organizzato dal nostro Comune: maggio è così un mese improntato decisamente alla riflessione sulla rivoluzione digitale e al suo impatto sulla società”.

“La scelta di questi film, che ovviamente è solo parziale e non esaurisce le tante prospettive che possono nascere in altri contesti culturali, ci permetterà di riflettere sulle questioni etiche e morali che emergono quando la tecnologia diventa sempre più avanzata – spiega Licia Paglione, membro del comitato scientifico della manifestazione – Lo faremo sotto la guida di alcuni docenti esperti nel campo delle tecnologie, della filosofia, della sociologia e dell’antropologia, per ampliare lo sguardo sul presente, sul futuro e sulle criticità e le possibilità che le tecnologie di oggi e di domani possono presentare”.

Per info: Licia Paglione 339.6382419

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati