06, Febbraio, 2023

Vecchi e nuovi investimenti a San Giovanni: il punto tra la progettazione del 2022 e i cantieri del 2023

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il Sindaco e la giunta di San Giovanni fanno il punto della situazione per quanto riguarda la progettazione, gli investimenti del 2022 e i nuovi cantieri del 2023. Quello appena passato, ha rappresentato un anno di svolta per San Giovanni, che ha ottenuto oltre 26,5 milioni di euro di finanziamenti con i fondi Pnrr, i contributi regionali e le convenzioni con enti terzi. Il Sindaco Valentina Vadi ha tracciato il quadro con Paola Romei, vice sindaco e assessore al bilancio, Laura Ermini, assessore all’ambiente, alla polizia municipale e alle pari opportunità, Fabio Franchi, assessore alla cultura, alle relazioni internazionali e alla comunicazione, Nadia Garuglieri, assessore all’istruzione, alle politiche sociali e alla partecipazione e Francesco Pellegrini, assessore ai lavori pubblici e alla pianificazione strategica.

Il Sindaco Valentina Vadi: ”Il 2022 è stato di nuovo un anno difficile per il contesto internazionale come ormai siamo abituati dalla pandemia, tuttavia è stato per noi ricco di soddisfazioni e di risultati. Un anno, quello appena trascorso, che ci ha consentito di realizzare progetti importanti e di creare le condizioni perché di altrettanto importanti se ne possano sviluppare nel 2023 e negli anni a venire.” Partendo dai lavori pubblici, nel 2022 sono stati eseguiti alcuni lavori allo stadio Fedini; dall’estate sono iniziati i lavori di riqualificazione e manutenzione degli impianti sportivi Mauro Calvani e Rino Ciantini e gli interventi di rifacimento della recinzione e l’adeguamento sismico della tribuna coperta allo stadio comunale Virgilio Fedini. Inoltre sono previsti da progetto campi in erba sintetica e la ristrutturazione degli spogliatoi alla Casa del Merlo. Con un totale di investimento che supera il milione e mezzo, la cittadella dello sport, potrà essere inaugurata a primavera.

 

“Per quanto riguarda le strade urbane, la sicurezza e la manutenzione – continua Vadi –  sono stati fatti importanti interventi di manutenzione straordinaria, di asfaltatura e messa in sicurezza delle strade urbane, tra cui l’asfaltatura della SR69 tra i due confini cittadini. 1.205.000 mila euro sono stati destinati alle asfaltature delle strade del Comune. Sono cominciati i lavori di realizzazione della ciclopista dell’Arno nelle due direttrici verso Figline Incisa e verso Montevarchi, così come hanno preso il via i lavori delle ciclabili e le piantumazioni di alberi del progetto Carbon Neutral. Altri 8 attraversamenti pedonali illuminati sono stati realizzati nel comune di San Giovanni Valdarno. L’investimento per favorire i trasporti green e la mobilità dolce, supera infatti i 3,5 milioni di euro, con l’aggiunta di 6 milioni che saranno erogati da Autostrade al Comune di San Giovanni Valdarno per progettare e realizzare la passerella ciclopedonale sul fiume Arno. L’opera, destinata a pedoni e biciclette, collegherà, in sicurezza, l’Oltrarno al centro di San Giovanni Valdarno.”

In scadenza la gara d’appalto che riguarda il completamento del Teatro Comunale Bucci, per il quale San Giovanni ha ottenuto 3.067.244 euro grazie al bando sulla rigenerazione urbana ai quali si sono sommati gli 800mila euro della Regione Toscana. L’inizio degli interventi è previsto entro giugno. L’ultimazione delle opere non dovrà superare il termine di 18 mesi con apertura ufficiale entro il 2025. Ancora sulla rigenerazione urbana, fra i dieci progetti ammessi al programma Fesr, Fondo europeo di sviluppo regionale 2021-2027,c’è anche la città del Marzocco con la proposta “Tra natura e cultura” del valore di 9,5 milioni di euro che interverrà sulle due direttrici fondamentali dello sviluppo urbano di San Giovanni: il centro storico e il fiume Arno. Inoltre, dal Ministero della Cultura saranno stanziati 218.000 euro su un totale di 273.000 euro per l’intervento di ristrutturazione della sala della musica. A breve sarà aperta la gara per giungere all’affidamento dei lavori entro la metà del 2023.

Un altro grande investimento da parte del Comune è stato studiato per le scuole e per la digitalizzazione, precisa il Sindaco: “Sono stati completati i lavori alla scuola materna ed elementare del Doccio, in più 2.398.000 euro saranno impiegati per lo 0-6 alla Rosai Caiani e 1.314.500 per l’asilo nido Rodari al Ponte alle Forche, che sarà una nuova struttura da realizzare con criteri di sostenibilità e risparmio energetico. Inoltre , ci siamo aggiudicati sei bandi Pnrr relativi alla digitalizzazione, all’innovazione e alla sicurezza nella pubblica amministrazione per un importo di 255.000 euro”.

Valentina Vadi si focalizza poi sul nuovo anno: “Il 2023 sarà l’anno dei cantieri a San Giovanni, frutto di un intenso lavoro di progettazione e ricerca di finanziamenti, che cambieranno e innoveranno il volto della nostra città. Saranno 3.050.000,00 per la riqualificazione del complesso di edilizia residenziale pubblica del Villaggio Minatori al Porcellino, che da tempo non vede opere di manutenzione straordinaria, già messo a gara da Arezzo Casa a dicembre. Poi 1.500.000 sarà destinato alla realizzazione di una Casa della Comunità Hub, il progetto è in fase di completamento da parte della Asl. Inoltre, tra l’estate e l’autunno sarà avviata la cantierizzazione per la riqualificazione complessiva di viale Gramsci, finanziato con una parte dei contribuiti a ristoro legati alla convezione attuativa firmata con Rfi per il passaggio delle terre della Tav.

Anche nel 2022 è proseguita infine l’azione di recupero dell’evasione fiscale dei tributi comunali con azioni su più fronti: le diverse banche dati sulle entrate sono state allineate ai dati anagrafici dello stato civile e ai dati della camera di Commercio per le imprese, incrociando i dati relativi allo stesso cittadino o impresa per individuare eventuali disallineamenti e mancati pagamenti; si è lavorato per accorciare i tempi di comunicazione a cittadini e imprese dei mancati pagamenti, così come quelli di accoglimento delle osservazioni e di emissione dei ruoli verso l’Agenzia delle entrate.

Articoli correlati