15, Giugno, 2024

‘Ossigeno’. A Terranuova la comunità si racconta con canzoni, parole, disegni, memoria e ricordi. Un progetto di Macma

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sta giungendo al termine il progetto “Ossigeno – Respirare parole, contagiarsi di storie” che ha visto la partecipazione attiva degli ospiti della RSA Don Amelio Vannelli e dei ragazzi e delle ragazze dell’associazione Arkadia Onlus. Curato da MACMA e sostenuto dal Comune di Terranuova Bracciolini e dalla biblioteca Le Fornaci, il progetto ha mirato a promuovere la lettura come strumento di riflessione e consapevolezza.

L’iniziativa, nata dopo gli anni difficili della pandemia, ha voluto riportare la lettura al centro della vita quotidiana, come elemento capace di dare “ossigeno” e nuovo respiro. Lettura intesa non solo come momento individuale, ma come spazio di narrazione, dialogo e connessione tra generazioni. Il progetto si inserisce nella rassegna Ossigeno e ha visto la collaborazione di diverse realtà del territorio, come Arkadia Onlus e Coop21, creando sinergie che hanno arricchito le attività proposte.

All’interno della RSA Don Amelio Vannelli, gli ospiti seguiti dal servizio di coordinamento e animazione della Cooperativa sociale Elleuno scs, hanno collaborato alla creazione di un racconto audiovisivo. Diretto da Tommaso Orbi per MACMA, con il videomaker Giorgio Meoni, il progetto ha permesso di dare voce ai ricordi e alle emozioni dei partecipanti. L’obiettivo era di collegare l’interno della RSA con il mondo esterno, tracciando percorsi e itinerari nella memoria e nel territorio circostante. Attraverso letture e testi legati al territorio, gli anziani hanno narrato le loro storie, che sono state trasformate in un’opera audiovisiva che rende tangibili i loro ricordi e visioni.

Parallelamente, l’associazione Arkadia Onlus, che opera da anni con persone in difficoltà, ha partecipato a un laboratorio creativo guidato da Fulvia Orifici per MACMA, con l’artista Flavia Luglioli e Lorenzo Michelini, in accordo con la Biblioteca comunale e l’archivio fotografico comunale “Archivio900”. Il laboratorio, metà illustrazione e collage, metà performance canora e audiovisiva, ha prodotto un libro manufatto pieghevole multimediale, una concertina ispirata alla filastrocca tradizionale toscana di Petruzzo. Questo libro unisce il formato cartaceo a contenuti audiovisivi accessibili tramite QR code, raccontando storie con immagini, musica e parole. A colpi di forbici, colla, matite e pennarelli, i partecipanti hanno dato vita a volti e scene di epoche passate, accompagnate da note di chitarra e una canzone inedita, rendendo omaggio alla tradizione toscana.

Il progetto ha raggiunto i suoi obiettivi, creando un ponte tra diverse generazioni e rendendo accessibili spazi e storie a una vasta comunità. È stato un esempio di come la lettura e la creatività possano favorire l’inclusione e il dialogo. “Ossigeno – Respirare parole, contagiarsi di storie” ha vinto il bando “Città che legge” 2021 del Centro per il libro e la lettura (https://cepell.it/), riconoscendo l’importanza di iniziative culturali innovative e inclusive. Questo riconoscimento sottolinea il valore di progetti che promuovono la cultura e l’inclusione attraverso la creatività, coinvolgendo diverse fasce della popolazione e valorizzando le storie individuali.

Foto delle attività svolte ©MACMA

Articoli correlati