05, Febbraio, 2023

La Console americana Ragini Gupta incontra il sindaco Giunti. “Ringraziamo Reggello per il sostegno al popolo ucraino”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nella giornata di ieri la Console generale americana Ragini Gupta ha incontrato il Sindaco del Comune di Reggello Piero Giunti: un incontro avvenuto in seguito alla recente campagna “Reggello per l’Ucraina” a sostegno del popolo ucraino. Durante l’incontro, Ragini Gupta si è complimentata con il Sindaco e con la cittadinanza reggellese per la raccolta fondi a sostegno dell’emergenza umanitaria per aiutare il Comune di Trzebinia, che è gemellato con Reggello.

I fondi raccolti con questa iniziativa solidale sono stati messi a disposizione dei Vigili del Fuoco di Dulowa, un villaggio nel distretto amministrativo del Comune polacco di Trezbinia, che è in prima linea per ospitare e sostenere i profughi ucraini in fuga dalla guerra, così come le altre città polacche confinanti con il territorio ucraino.

“Gli Stati Uniti – ha detto la Console – apprezzano la risposta dell’Italia alla crisi ucraina. L’alleanza Italia-USA è più forte che mai e vorrei cogliere l’occasione per ringraziare il Comune di Reggello per la vostra solidarietà e impegno. La nostra risposta collettiva all’invasione dell’Ucraina è un altro esempio di come l’alleanza tra Stati Uniti e Italia sia più forte che mai”.

Il sindaco di Reggello, Piero Giunti, ha commentato: “Ringrazio la Console Americana Ragini Gupta per la bella accoglienza ricevuta ieri pomeriggio, un gesto importante che rende ancora più saldo il legame tra Reggello a gli Stati Uniti. Questo incontro è stato anche l’occasione per invitare la Console a Reggello per incontrare la delegazione degli studenti dell’Ohio che arriveranno il prossimo mese di luglio”.

Una notizia che la Console ha accolto con soddisfazione: “Sono felice di sapere che le comunità di Reggello e di Newark, Ohio hanno attivato con successo uno scambio fra studenti e mi auguro che questa collaborazione si espanda ulteriormente”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati