09, Dicembre, 2022

Il console generale d’Italia a Gerusalemme in visita a San Giovanni

Più lette

In Vetrina

Una visita a San Giovanni per il console generale d’Italia a Gerusalemme,
Giuseppe Fedele. Arrivato martedì 25 ottobre, è stato accolto dalla sindaca Valentina Vadi insieme agli assessori Fabio Franchi, Laura Ermini, Nadia Garuglieri e Francesco Pellegrini. Durante l’incontro istituzionale che si è tenuto nella sala giunta del palazzo comunale, sono stati ribaditi l’impegno e la volontà di proseguire la collaborazione e i rapporti di amicizia fra San Giovanni la Terra Santa. È stata ricordata con piacere la visita istituzionale nel mese di giugno della delegazione della città del Marzocco nell’ambito del progetto “Bethlehem green city: verso un modello virtuoso di sostenibilità ambientale”, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo di cui il Comune di San Giovanni è capofila.

San Giovanni è inoltre gemellata con Gerico, città della Cisgiordania: una terra particolarmente cara alla comunità sangiovannese che ha sviluppato in passato diversi progetti di cooperazione con la Terrasanta e con la città di Gerico in particolare come la biblioteca o il centro di riabilitazione. Il console generale ha sottolineato l’importanza dei rapporti di amicizia fra i territori di cui il popolo palestinese ha profondamente necessità e bisogno soprattutto in un momento storico complicato come quello attuale.

“San Giovanni e i sangiovannesi – ha dichiarato Vadi – sono per gli abitanti di Gerico un punto di riferimento, continuano ad avere nella memoria il grosso lavoro fatto negli anni passati. E noi intendiamo proseguire su quella strada sviluppando in futuro nuove e importanti progettualità e ospitando a San Giovanni la delegazione di Gerico per rinnovare il gemellaggio a 20 anni di distanza”.

Dopo l’incontro, il console Giuseppe Fedele è stato accompagnato dal sindaco e dall’assessore Fabio Franchi a visitare la “Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità nella pittura” allestita al Museo delle Terre Nuove e al museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie. L’esposizione, promossa e organizzata dal Comune di San Giovanni Valdarno, è inserita nel progetto “Terre degli Uffizi” ideato e realizzato da Le Gallerie degli Uffizi e Fondazione CR Firenze, all’interno delle rispettive iniziative Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei. L’ospite è rimasto entusiasta della rassegna che vuole rendere omaggio al figlio più illustre della città, in dialogo con un altro protagonista del Rinascimento promettendo che tornerà presto con la moglie alla mostra.

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati